Cosmetici bio: pro e contro

Cosmetici bio pro e contro

Prima di domandarsi quali siano i pro e i contro dei cosmetici bio, bisognerebbe soffermarsi su che cosa sono. Scopriamolo insieme.

  Quando si pensa al mondo del make up e, nello specifico, a questo tipo di cosmesi, si è convinti che essa voglia porsi come alternativa naturale e sana ai prodotti tradizionali. La preparazione di questi ultimi, infatti, comporta l’utilizzo di sostanze chimiche, che vengono manipolate alterando, in modo eccessivamente invasivo, la struttura molecolare finale. Questo processo di manipolazione può avvenire anche con i cosmetici che partono da estratti esclusivamente naturali. Con i cosmetici bio, invece, si cerca di preservare le sostanze prime, vegetali o animali siano, e di lavorarle seguendo procedimenti in linea con i cicli naturali. Si tratta sempre di sostanze chimiche che però vengono elaborate senza introdurre elementi estranei alle loro proprietà di base. In teoria, questo rispetto delle materie prime dovrebbe essere sufficiente per garantire cure di bellezza prive di effetti collaterali quali allergie, intolleranze e infiammazioni varie. Per comprendere i pro e i contro dei cosmetici bio, è chiaro che si debba controllare bene l’etichetta e assicurarsi con il venditore o l’erborista di avere a che fare con un prodotto sicuro e certificato da chi di competenza.

Vantaggi dei cosmetici bio

Cosmetici bio: pro e contro I vantaggi di una cosmetica bio sembrano innumerevoli ma due aspetti, in particolare, vanno a sottolineare le proprietà benefiche di prodotti veramente biologici. Come è già stato accennato, i pro stanno, in primo luogo, nell’assenza di derivati del petrolio e di qualsiasi tipo di manipolazione chimica di natura industriale. Questo basta ad assicurare il consumatore avere a che fare con un cosmetico salutare e di qualità. In secondo luogo, i pro della cosmesi biologica danno l’illusione di riconquistare riti e tradizioni per la cura del corpo quando ancora il primo negozio di bellezza era la natura. Un tempo, infatti, ci si lavava i denti rendendoli sani e bianchi masticando foglie di salvia, se la pelle risultava secca e screpolata era sufficiente l’olio d’oliva per le sue caratteristiche idratanti e lenitive, mentre le impurità venivano spazzate via intingendo un batuffolo di cotone in un po’ di latte tiepido, considerato un antibatterico e detergente naturale decisamente efficace. Si aveva una conoscenza ampia e variegata di erbe aromatiche e fiori dai quali venivano estratte essenze per profumare sé stessi o gli armadi come la lavanda, per intenderci. Questo perché ancora non si utilizzavano sostanze tossiche in agricoltura o nell’allevamento. Si rispettavano i tempi della natura che però, con l’avvento dell’età industriale, sono stati forzati e stravolti in ogni modo. Leggi anche: Come diventare MakeUp Artist: la guida definitiva

Svantaggi dei cosmetici bio

Cosmetici bio: pro e contro Tuttavia, anche i cosmetici bio hanno i loro contro. I procedimenti di lavorazione di questi prodotti sono più lenti e ciò incide molto sul costo finale del cosmetico realizzato. Forse la salute può trarne beneficio, ma il portafoglio non sempre. Essendo confezionati con sostanze strettamente naturali e non trattate con pesticidi o altri elementi inquinanti di sorta, il loro grado di conservazione si riduce e, per questo, vanno consumati in tempi più brevi rispetto ai cosmetici tradizionali. Le potenzialità di guadagno su un mercato decisamente ampio, inoltre, non assicurano un cosmetico bio privo delle caratteristiche bandite (assenza di paraffine, siliconi, coloranti o qualsiasi tipo di organismo geneticamente modificato – OGM). Per questo ti consigliamo di leggere bene l’etichetta prima di procedere all’acquisto, perché è facile trovare cosmetici che, in un certo senso, ingannino il consumatore inserendo sostanze e additivi che ne prolunghino la conservazione, ma che sono comunque di derivazione chimica e capaci di scatenare allergie e irritazioni varie. Oltre all’etichetta, informati anche su quali siano le certificazioni che un cosmetico biologico deve avere per essere definito tale. Le puoi trovare su Internet, se sai come evitare le trappole della rete oppure rivolgerti a uno specialista del settore. Che ne pensi? Leggere questo post ti è risultato utile? Qual è la tua esperienza sul tema?

Se vuoi diventare una professionista del Make Up e imparare a utilizzare cosmetici di qualità, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro corso di MakeUp!

 
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Impara ad interpretare uno spazio e a progettare la migliore soluzione possibile per valorizzare il design d’interni. Organizzazione, creatività e gusto estetico.

Una grande passione per la grafica abbinata allo studio del marketing, della comunicazione e della pubblicità sono il mix perfetto per diventare un Graphic Designer.

Racchiudere in un unico progetto user experience, comunicazione visiva, immagine del brand è il compito del Web Designer. Funzionalità ed estetica a servizio del web.

Studio della luce e dell’esposizione per catturare tutta l’essenza di una immagine. Metti al centro il tuo talento e lavora sulla tua vera passione.

Da una grande passione per la moda nascerà la tua prima vera collezione! Siamo qui proprio per insegnarti questo: scegliere i tessuti, trovare uno stile, disegnare un modello unico e originale, ideare un moodboard coerente e adatto a una sfilata di alta moda!

Lavorare nel mondo della moda non è una passeggiata, ma tu puoi diventare una professionista!
Impara a muoverti con disinvoltura e a mantenere una postura corretta .

Insegui il tuo sogno di diventare una Nail Artist professionale. Con il nostro corso acquisirai tile e competenza per spiccare il volo nel mondo della Nail Art

Per realizzare un beauty concept di livello professionale e ambire a lavorare nel mondo dello spettacolo, della moda, del teatro o in studi importanti bisogna sviluppare competenze specializzate.

Vuoi diventare un asso con la macchina da cucire?
Allora sei nel posto giusto: taglio, cucito e confezione non avranno più segreti dopo il nostro corso.

Raccontare una storia, fissare un momento, imprimere ciò che è più importante nella vita letteralmente sulla pelle. Una professione, quella del tatuatore, che ne racchiude tante: artista, amico, confidente.

Articoli correlati

25/01/2022

La richiesta di diventare event manager - ovvero la figura professionale che si occupa di organizzar...

11/01/2021

Quante volte hai chiesto qual è il significato di un tatuaggio con triangolo? Gli aspetti da valuta...

08/01/2021

Il significato del tatuaggio con serpente può essere facilmente frainteso. Questo animale, troppo s...

08/01/2021

Bisogna motivare questo punto? In realtà può essere quasi superfluo approfondire le motivazioni ch...

31/12/2020

Avere maggiori informazioni su come diventare costumista teatrale è fondamentale se ami la moda ma ...

29/12/2020

Per capire come diventare reporter fotografico bisogna affrontare una serie di parametri che vanno o...

24/12/2020

Il significato del tatuaggio con la rosa è chiaro: si vuole comunicare gentilezza, bellezza, amore ...

24/12/2020

Il videomaker (noto anche come film maker) è quella figura professionale che si occupa della creazi...

24/12/2020

Come diventare modella manista? Questo è il sogno di molte ragazze che da sempre hanno due passioni...

18/12/2020

Molte persone, oggi, vogliono scoprire come diventare nail artist e lavorare nel mondo dell'onicotec...

18/12/2020

Il significato del tatuaggio con punto e virgola non è subito comprensibile. Potrebbe essere differ...