Fotografia: come usare la messa a fuoco manuale

Come usare la messa a fuoco manuale

1. È davvero necessario imparare la messa a fuoco manuale?

Con la fotografia digitale si può evitare la messa a fuoco manuale? Niente di più sbagliato. L’autofocus ha risolto tanti problemi e ci evita errori clamorosi, ma la messa a fuoco manuale è importantissima ed in alcuni casi non se ne può fare a meno.
Mettere a fuoco manualmente inoltre sviluppa la tua sensibilità (più lo fai e più diventi bravo e veloce), ma la cosa più importante è che ti permette di “guardare” il mondo con occhi diversi.
Se infatti guardi attraverso il mirino e giochi con la messa a fuoco potrai individuare diversi piani del soggetto che stai fotografando (specialmente se è un paesaggio o quando hai inquadrato oggetti vicini ed altri più lontani) e potrai “scegliere” su cosa concentrare la tua attenzione e cosa far risaltare nella tua fotografia.

2. Quando usare la messa a fuoco manuale

Per quanto ti possa sembrare strano (i moderni autofocus sono davvero efficienti) ci sono delle situazioni in cui diventa necessario usare la messa a fuoco manuale. Vediamone alcune come esempio:

  • Soggetti in movimento
    Il caso in cui i soggetti si muovono intorno a te, ma vuoi riprenderli solo quando si trovano in una posizione nello spazio ben precisa. Supponiamo per esempio che tu voglia fotografare una rondine che porta da mangiare ai piccoli. Istintivamente verrebbe da utilizzare il sistema autofocus, ma c’è la possibilità che il manuale funzioni meglio, specialmente se ti prepari prima avendo già messo a fuoco il nido e aspetti l’arrivo della rondine.
  • Scarsa luminosità
    quando sei in presenza di luminosità scarsa l’autofocus potrebbe comportarsi in maniera scorretta. Troppo buio potrebbe rendere difficile all’autofocus trovare un punto per la messa a fuoco. Meglio procedere manualmente.
  • Condizioni che ostacolano l’autofocus
    Quando sono presenti superfici intermedie semitrasparenti (una vetrata, o anche la nebbia) l’autofocus rischia di agganciare la prima superficie percepibile a disposizione dei suoi sensori. Nel caso di una vetrata, si rischia di mettere a fuoco il vetro e non il soggetto oltre il vetro, quello che vorresti fotografare.

3. Come inserire la messa a fuoco manuale

Passare da autofocus a manuale è molto facile: devi agire sull’apposito tasto presente sull’obiettivo e passare da AF (auto focus) a MF (manual focus).
Tecnicamente la messa a fuoco manuale non è altro che una “disattivazione” del sistema di messa a fuoco automatico. Ma togliere questo “pilota automatico” e affidare al tuo occhio la messa a fuoco farà di te un fotografo migliore.

4. Come agire sulla messa a fuoco manuale

Una volta messo il tasto su MF vedrai che l’autofocus non funziona più. Tutto quello che devi fare è inquadrare e, mentre guardi, ruotare la ghiera dell’obiettivo e lavorare sulla distanza focale (la distanza tra il centro ottico dell’obiettivo ed il sensore).
Il tuo occhio ti dirà quando il soggetto è a fuoco. Per essere ancora più certo puoi zoomare al massimo inquadrando il soggetto e realizzare una messa a fuoco più precisa. Riporta poi l’obiettivo alla focale desiderata.
Anche nell’uso manuale, l’autofocus può comunque esserti utile come “controllore”. Ruotando la ghiera, ad un certo punto vedrai che si illumineranno uno o più punti AF nel mirino indicandoti le zone a fuoco.

5. Come tornare all’autofocus

Per tornare in modalità autofocus basta riportare il tasto dell’obbiettivo su AF. Non trascurare il fatto che anche qui un po’ di pratica ti può aiutare ad un uso più corretto. Esistono diverse logiche di funzionamento dell’autofocus. In particolare:

  • l’autofocus singolo (AF-S) In questa modalità, quando premi il pulsante di scatto a metà, fai partire a messa a fuoco nel punto che hai selezionato. L’autofocus cattura il soggetto nella sua posizione, se il soggetto si sposta in avanti o indietro, fuori dalla profondità di campo, sarà sfocato.
  • l’autofocus continuo (AF-C). Con l’autofocus continuo, una volta agganciato il soggetto, potrai mantenerlo a fuoco: fino a quando mantieni premuto il pulsante la fotocamera continuerà a calcolare il fuoco su quel soggetto.

Vuoi imparare tutti i trucchi del mestiere? Iscriviti al nostro corso di fotografia! Ti aspettiamo 🙂

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Impara ad interpretare uno spazio e a progettare la migliore soluzione possibile per valorizzare il design d’interni. Organizzazione, creatività e gusto estetico.

Una grande passione per la grafica abbinata allo studio del marketing, della comunicazione e della pubblicità sono il mix perfetto per diventare un Graphic Designer.

Racchiudere in un unico progetto user experience, comunicazione visiva, immagine del brand è il compito del Web Designer. Funzionalità ed estetica a servizio del web.

Studio della luce e dell’esposizione per catturare tutta l’essenza di una immagine. Metti al centro il tuo talento e lavora sulla tua vera passione.

Da una grande passione per la moda nascerà la tua prima vera collezione! Siamo qui proprio per insegnarti questo: scegliere i tessuti, trovare uno stile, disegnare un modello unico e originale, ideare un moodboard coerente e adatto a una sfilata di alta moda!

Lavorare nel mondo della moda non è una passeggiata, ma tu puoi diventare una professionista!
Impara a muoverti con disinvoltura e a mantenere una postura corretta .

Insegui il tuo sogno di diventare una Nail Artist professionale. Con il nostro corso acquisirai tile e competenza per spiccare il volo nel mondo della Nail Art

Per realizzare un beauty concept di livello professionale e ambire a lavorare nel mondo dello spettacolo, della moda, del teatro o in studi importanti bisogna sviluppare competenze specializzate.

Vuoi diventare un asso con la macchina da cucire?
Allora sei nel posto giusto: taglio, cucito e confezione non avranno più segreti dopo il nostro corso.

Raccontare una storia, fissare un momento, imprimere ciò che è più importante nella vita letteralmente sulla pelle. Una professione, quella del tatuatore, che ne racchiude tante: artista, amico, confidente.

Articoli correlati

25/01/2021

La richiesta di diventare event manager - ovvero la figura professionale che si occupa di organizzar...

11/01/2021

Quante volte hai chiesto qual è il significato di un tatuaggio con triangolo? Gli aspetti da valuta...

08/01/2021

Il significato del tatuaggio con serpente può essere facilmente frainteso. Questo animale, troppo s...

08/01/2021

Bisogna motivare questo punto? In realtà può essere quasi superfluo approfondire le motivazioni ch...

31/12/2020

Avere maggiori informazioni su come diventare costumista teatrale è fondamentale se ami la moda ma ...

29/12/2020

Per capire come diventare reporter fotografico bisogna affrontare una serie di parametri che vanno o...

24/12/2020

Il significato del tatuaggio con la rosa è chiaro: si vuole comunicare gentilezza, bellezza, amore ...

24/12/2020

Il videomaker (noto anche come film maker) è quella figura professionale che si occupa della creazi...

24/12/2020

Come diventare modella manista? Questo è il sogno di molte ragazze che da sempre hanno due passioni...

18/12/2020

Molte persone, oggi, vogliono scoprire come diventare nail artist e lavorare nel mondo dell'onicotec...

18/12/2020

Il significato del tatuaggio con punto e virgola non è subito comprensibile. Potrebbe essere differ...