Coca Cola, storia di un logo che ha rivoluzionato il design

Nell’immaginario collettivo Babbo Natale, l’orso polare, il camion dei regali sono tutti elementi natalizi. Nella realtà delle cose sono elementi della comunicazione perfetta: quella di Coca-cola. Qual è la storia del suo logo?

Qualche anno fa giravo tra i corridoi del Museo d’Orsay di Parigi – ubicato in una vecchia stazione ferroviaria e famoso per ospitare un’impressionante numero di opere impressioniste e post-impressioniste – quando all’improvviso, trovandomi davanti ad un enorme statua, esclamai “l’orso della Coca Cola!”. Ovviamente, non era vero. O almeno credo. Quello, a quanto ne so, era un normalissimo orso polare ma, nella mia mente, quella scultura gridava una sola cosa: Coca Cola. Voluto o meno che fosse, la verità è che la celebre bevanda, la sua storia, il suo marchio, i suoi valori, hanno permeato l’immaginario collettivo molto più di quanto siamo disposti ad ammettere.

Persino Babbo Natale, quando beve qualcosa, beve Coca Cola: un marchio che ci ha accompagnato, insomma, fin dalla culla e che, prevedibilmente, ci sopravviverà. Un marchio che ha fatto la storia e, per capire perché, bisogna ripercorrere la sua.

coca-cola-design

Coca Cola: la storia di un prodotto (s)fortunato

Leggenda narra che la Coca Cola, agli albori, fosse una medicina. E, sebbene oggi non sia esattamente sinonimo di salute, la storia è più o meno vera. Era il 1886 quando John Pemberton, farmacista, decise di mettere in commercio una bevanda prodotta dagli estratti di foglie di coca e di noce di cola, una particolare pianta tropicale, ingredienti da cui prese il nome. Il suo scopo era principalmente quello di curare il mal di testa, ma era consigliata anche per combattere la stanchezza. Il successo, però, non fu immediato. Il prodotto rimase pressappoco sconosciuto, così che presto Pemberton vendette la formula. Ironia della sorte, egli morì poco dopo, senza riuscire a vedere il suo prodotto raggiungere la tanto agognata fama. Due anni dopo, nel 1888, veniva infatti fondata la Coca-Cola Corporation, che sanciva la nascita di un prodotto che ben presto sarebbe diventato un’icona.

Coca-Cola-logo

Dal logo al marketing: storia di un successo annunciato

Dal 1888 in poi, la strada per il successo della bevanda più famosa al mondo è stata un susseguirsi di piccole scelte strategiche che ne hanno decretato la fortuna. Se fino a quel momento era stata venduta sfusa, infatti, per prima cosa si decise di imbottigliarla: da quel momento, la Coca Cola cominciò ad entrare velocemente nelle case delle persone. Ma il vero valore aggiunto stava nella forma della prima bottiglia: molto bombata e con le estremità più strette, ricordava infatti sia la foglia di coca che la noce di cola, esprimendo così un notevole grado di coerenza interna. Ed è proprio qui la vera forza della Coca Cola Corporation: nell’essere stata capace di stabilire un filo (rosso) che guidasse tutte le sue scelte, di essere (e mostrare al mondo) un’unica anima, e di metterla in tutti i suoi più piccoli dettagli. Ed il logo è l’emblema di questa capacità, di questa attenzione alla continuità.

La scritta Coca Cola non è semplice corsivo: dà quasi l’idea di essere stata scritta a mano, evocando quindi due concetti fondamentali per la sua strategia di marketing, quello di tradizione e di genuinità. Ma c’è di più. I colori scelti, il rosso ed il bianco, comunicano semplicità, ma soprattutto vivacità ed energia. Valori che rispecchiano insomma quelli che erano gli obiettivi iniziali della bevanda (nata per combattere la fatica), ma anche i valori dell’azienda e, soprattutto, del pubblico a cui si è sempre rivolta. Ed è proprio così, concentrandosi sul target, che il cerchio si chiude e si può osservare il tutto da una nuova prospettiva, una prospettiva che ci mostra chiaramente come l’azienda abbia fin dal 1888 operato una strategia improntata al principio della coerenza.

Coca Cola, un logo che si fa icona: l’identità di brand

coca-cola-design

Il suo logo, che richiama la semplicità e che al contempo ispira gioiosità ed esuberanza, non è solo coerente con i valori dell’azienda e del suo pubblico, ma anche con il messaggio che la Coca Cola ha sempre lanciato. Un messaggio che parla di un prodotto – e di un’azienda – dinamico, al passo coi tempi, moderno, pur nel suo essere genuino e tradizionale. Ma come conciliare due valori apparentemente così slegati e anzi quasi opposti? Una sfida senza dubbio ardua, ma che la Coca Cola ha saputo cogliere e sfruttare, facendo coincidere quella tradizione con il desiderio di allegria e di felicità, con la voglia di sorridere e stare bene. Concetti che, in fondo, non passano mai di moda. Concetti che, contemporaneamente, simboleggiano proprio quella gioventù sempre dinamica a cui si rivolge.

Insomma: la Coca Cola è moderna perché soddisfa la voglia di allegria dei giovani, ed è tradizionale perché lo fa da sempre. È la costanza la chiave di tutto. Quella costanza che si riflette in un logo che, contrariamente a tutte le aspettative e forse anche al buon senso, è rimasto immutato nel tempo. Una scelta che sarebbe potuta andare contro le logiche di mercato, ma che invece le è valsa un’identità di brand solida ed universalmente riconoscibile.

Se Coca Cola, oggi, è la seconda parola più conosciuta al mondo, è grazie alla capacità di chi l’ha tenuta in vita di far sì che restasse sempre fedele a se stessa. Di essere, prima ancora che apparire. Ora siamo curiosi: Coca Cola ha ispirato uno dei tuoi lavori di design?

Se vuoi imparare tutti i segreti del graphic design e realizzare loghi straordinari, abbiamo il corso che fa per te. Clicca qui per scoprirne di più.

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Impara ad interpretare uno spazio e a progettare la migliore soluzione possibile per valorizzare il design d’interni. Organizzazione, creatività e gusto estetico.

Una grande passione per la grafica abbinata allo studio del marketing, della comunicazione e della pubblicità sono il mix perfetto per diventare un Graphic Designer.

Racchiudere in un unico progetto user experience, comunicazione visiva, immagine del brand è il compito del Web Designer. Funzionalità ed estetica a servizio del web.

Studio della luce e dell’esposizione per catturare tutta l’essenza di una immagine. Metti al centro il tuo talento e lavora sulla tua vera passione.

Da una grande passione per la moda nascerà la tua prima vera collezione! Siamo qui proprio per insegnarti questo: scegliere i tessuti, trovare uno stile, disegnare un modello unico e originale, ideare un moodboard coerente e adatto a una sfilata di alta moda!

Lavorare nel mondo della moda non è una passeggiata, ma tu puoi diventare una professionista!
Impara a muoverti con disinvoltura e a mantenere una postura corretta .

Insegui il tuo sogno di diventare una Nail Artist professionale. Con il nostro corso acquisirai tile e competenza per spiccare il volo nel mondo della Nail Art

Per realizzare un beauty concept di livello professionale e ambire a lavorare nel mondo dello spettacolo, della moda, del teatro o in studi importanti bisogna sviluppare competenze specializzate.

Vuoi diventare un asso con la macchina da cucire?
Allora sei nel posto giusto: taglio, cucito e confezione non avranno più segreti dopo il nostro corso.

Raccontare una storia, fissare un momento, imprimere ciò che è più importante nella vita letteralmente sulla pelle. Una professione, quella del tatuatore, che ne racchiude tante: artista, amico, confidente.

Articoli correlati

25/01/2022

La richiesta di diventare event manager - ovvero la figura professionale che si occupa di organizzar...

10/04/2021

Grazie all'acquisto co-finanziato FSE del software "ScuolaSemplice", AreaDomani ha realizzato il progetto di avvio e ausilio allo smart working e alla possibilità di effettuare lezioni in d.a.d.

11/01/2021

Quante volte hai chiesto qual è il significato di un tatuaggio con triangolo? Gli aspetti da valuta...

08/01/2021

Il significato del tatuaggio con serpente può essere facilmente frainteso. Questo animale, troppo s...

08/01/2021

Bisogna motivare questo punto? In realtà può essere quasi superfluo approfondire le motivazioni ch...

31/12/2020

Avere maggiori informazioni su come diventare costumista teatrale è fondamentale se ami la moda ma ...

29/12/2020

Per capire come diventare reporter fotografico bisogna affrontare una serie di parametri che vanno o...

24/12/2020

Il significato del tatuaggio con la rosa è chiaro: si vuole comunicare gentilezza, bellezza, amore ...

24/12/2020

Il videomaker (noto anche come film maker) è quella figura professionale che si occupa della creazi...

24/12/2020

Come diventare modella manista? Questo è il sogno di molte ragazze che da sempre hanno due passioni...

18/12/2020

Molte persone, oggi, vogliono scoprire come diventare nail artist e lavorare nel mondo dell'onicotec...