Idee low cost per arredare casa: Ikea e Maison du Monde

arredare-casa-low-cost

Il low cost design per arredare casa non è il male assoluto. Non bisogna essere dei grandi architetti per amare l’interior design minimal e “grezzo” di Ikea o le atmosfere camaleontiche ed urban di Maison du Monde. Basta saper scegliere i pezzi giusti: ci sono tantissime idee low cost per arredare che faranno impazzire anche i più snob. Basta saper cercare!

 

Dì la verità: hai passato la tua infanzia piegato in due sul pavimento della tua stanzetta da bambino chino su fogli quadrettati (strappati ai quaderni di scuola, con la tua mamma che urlava che nemmeno durante un esorcismo!), tra colla coccorina -che hai anche assaggiato, ammettilo- matite colorate e ritagli di vecchi giornali impolverati misti a quelli di Cose di Casa. I pezzi d’arredamento di design e d’antiquariato della rivista patinata Grand Hotel di tua nonna si miscelavano sapientemente con quelli più a buon mercato degli altri magazine del settore dell’arredamento. Uno scempio per un interior designer, un sogno ad occhi aperti per un bambino che, ancora, non ha smesso -come te- di sognare. Di rischiare. Di provare. Ad essere l’arredatore di interni che, anche con piccoli budget, riesce a dare vita ad un progetto di design bello, funzionale e di impatto. Di quelli che rappresenti davvero chi deve viverlo quello spazio.

arredamento-low-cost

E’ possibile creare qualcosa di bello senza spendere un capitale e mezzo, la dote della bisnonna e gli ultimi modellini di Philippe Starck per comprare un divano di Roche Bobois (non piangere, lo so: è difficile anche per me che sto scrivendo)? Sì, ecco perché esistono le -piano, piano: diciamolo insieme- catene di arredamento low cost che, se ragionate, possono essere una soluzione d’arredamento di design davvero interessante e, perché no, persino entusiasmante. Non esagero, ok. Calmiamoci!

arrzdamento-low-cost

Di certo non potremo utilizzare una Monster Chair dell’enigmatico Marcel Wonders o un mitologico divano di Karim Rashid (uno a caso, un Superblog di Edra, come la vedi?) per il progetto di interior design low cost però i grandi designer possono darti una grande mano per l’ispirazione. Almeno quello! George Carver illustra meglio il concetto, sostenendo che quando fai le cose comuni della vita in un modo fuori dal comune, richiami l’attenzione del mondo. Insomma, è davvero facile fare qualcosa di straordinario con grandi budget e pezzi unici, ma la vera sfida sta nel rientrare in budget ristretti in lavatrice (due o tre volte, almeno) e tirare fuori cose spettacolari. Altro che idee per arredare casa low budget, dovrebbero chiamarle idee per arredare casa che nemmeno un miracolo sulla 24esima strada il giorno di Natale!

Soluzioni di design low cost: Ikea

In principio furono i mercatini dell’usato, quelli che facevano Soho (o semplicemente conosciuti ai più, mercatini dell’antiquariato) dove ci si divertiva a trovare oggetti unici, magari anche a buon prezzo, con i quali rendere il proprio spazio abitativo davvero sopra le righe. Una vecchia Olivia (ndr la moglie ossuta di Bracciodiferro) che fungeva da porta-menù in una vecchia trattoria o un tavolino ricavato da un pallet riciclato. Poi arrivò Ikea e tutto assunse contorni più indefiniti, labili e… tutti hanno cominciato a fare gli interior design. Eh sì, nemmeno i casting per il Grande Fratello sono così affollati come la domenica pomeriggio, dove intere frotte di famiglie diventano uno studio ambulante di architettura minimalista di ispirazione tedesca.

arredare-casa-low-cost

Non tutto il male viene per nuocere, però. Arredare con idee low cost uno spazio privato come un appartamento per due o un piccolo studio permette anche a chi non naviga nell’oro di potersi permette una soluzione di design e a chi è alle prime armi e vuole imparare di fornire al cliente un progetto di tutto rispetto, ispirato alle linee dei designer più importanti e di stile. 

arredare-casa-low-cost

Ikea sicuramente offre uno stile trasversale, modulare e che lascia spazio ad un alto tasso di personalizzazione. La creatività, infatti, è nel dna dell’azienda svedese. Non solo: le soluzioni d’arredo low cost Ikea hanno anche funzionalità, un grande occhio per l’estetica e -soprattutto- tengono conto dell’impatto ambientale che hanno sul pianeta. Le linee dei  mobili e dei complementi d’arredo, semplici ed essenziali sono adatte quasi a tutti i gusti e alle esigenze e, soprattutto, sono indicate per chi ha a disposizione un budget limitato. E’ l’azienda del design democratico e dove la casa diventa un punto di incontro, e più. Insomma, prova a dargli una chance: chissà che reinventare il tavolino Lack non sia un esercizio utile!

Maison du Monde: il giro del mondo in uno store

Se, invece, chi ti ha commissionato il progetto è un’anima girovaga, nomade e si lascia influenzare dal mondo etnico o piuttosto è un cuore urban e camaleontico, allora le soluzioni (quasi) low cost sono la soluzione perfetta. Una miscela esplosiva di gusto, materiali e design d’altri tempi.

arredare-casa-low-cost

Da Maison du Monde si possono ricreare atmosfere da vecchio e fumoso club londinese piuttosto che quelle di un lunch bar a San Francisco ai margini di una malfamata area di sosta. Elementi d’arredo per chi ha continuamente voglia di rinnovarsi e mettersi in gioco: una voglia di design squisitamente senza vergogna e con una passione che supera gli schemi più logici del gusto abituale.

Quando arredare low cost non è solo comprare mobili

Arredare una casa è darle un’anima, un cuore ed un’essenza. Non è semplice design, è qualcosa di intimo, bello, intrigante. E’ come piazzare qui e lì pezzi di pensiero concretizzato delle persone che la vivranno, la respireranno, la ameranno. Perché di una casa ti innamori, non ti stanchi mai di osservare. E non si ferma mai. La verità è che nessuna casa, nessuno spazio che abbia minimamente a che fare con l’interior design è mai veramente finito. E’ come una vita: è un work in progress continuo, un flusso di energia che non si ferma mai. Ma una casa, arredare uno spazio, un luogo, è come elaborare un pensiero: ogni cosa trova una sua collocazione, ogni pezzo un suo posto.

Creare uno spazio unico, anche se con gli stessi mobili ed elementi d’arredo che possono trovarsi a Tokyo piuttosto che a Roma, è possibile. Al dì là del gusto personale, ritrovare il fantomatico tavolino Lack by Ikea in ogni dove ha un effetto spesso di omologazione per le persone ma ha fatto anche si che l’interior design assumesse connotati del tutto nuovi attraverso atti di personalizzazione degli stessi pezzi che fanno di Ikea and Co. una limitazione alla fantasia.

arredare-casa-low-cost

Se il nostro più grande limite siamo noi stessi, allora anche il design low cost può superare la banalità dell’omologazione e dare voce ad una creatività che nemmeno si sognava di avere un tempo, quando erano solo i grandi design a tenere le fila della scena. Ora tutti possono reinventare i propri spazi e dare l’occasione a designer di interni -in erba o meno- di raccontare il proprio modo di interpretare lo spazio abitativo.

Se l’interior design è la tua chiamata sacra, la tua passione più intima allora devi ascoltare quella voce, quel richiamo. Non aspettare oltre: che sia una soluzione low cost piuttosto che tu abbia a disposizione grandissimi budget, corri sempre dietro a quel pezzo che manca per completare il tuo progetto di interior design!

 

Se vuoi diventare un interior designer, dai uno sguardo ai nostri Corsi in Arredamento d’interno cliccando qui.