MakeUp Artist: Come creare un portfolio di successo

Se hai cliccato su questo articolo il motivo è evidente: sei sicuro/a che un portfolio di un certo livello possa aiutarti nel mondo lavorativo. Ed è esattamente così!

Cos’è un portfolio?

È la rappresentazione visiva del tuo talento.

Tecnicamente è una gallery di immagini, ma in realtà è uno scrigno di fascino, un oggetto importante, un libro in cui puoi raccontare, ma soprattutto mostrare:

  • Chi sei
  • Cosa sai fare
  • Cosa hai fatto

Il portfolio è davvero molto utile, praticamente indispensabile per ogni MakeUp Artist. Grazie al portfolio puoi esporre i tuoi lavori, commentarli, spiegarli e rispondere alle domande del tuo interlocutore.

 

Scopriamo insieme come fare!

 

Cosa non deve mancare nel portfolio di un truccatore professionista

  • Una scelta dei tuoi lavori più riusciti
    Scegli le foto che meglio testimoniano i tuoi successi. Se hai avuto feedback, foto sui giornali o nel web, redazionali su riviste ecc, inseriscili nel portfolio.
  • Press release & riscontri mediatici (se ne hai)
    Se sei un Fashion MakeUp Artist, un truccatore per la moda, il tuo portfolio dovrà essere molto curato, ben impaginato. Dovrà contenere primi piani e campi lunghi, le diverse espressioni del fashion MakeUp (Nude, Avant-Garde ecc) e i relativi risconti sui media. Ritaglia redazionali e foto dai magazine, cita gli indirizzi web in cui sei presente e riproduci l’immagine.
  • Le tue armi migliori
    Se invece sei alle prime armi, crea un portfolio con le foto realizzate durante il tuo corso di formazione e le tue sperimentazioni. Anche se non sei ancora una super-professionista, inserisci foto di alta qualità e con corretta illuminazione, possibilmente scattate da un professionista.
  • Una panoramica di immagini su tutti i tuoi punti di forza
    Parti pure dalle foto più eclatanti, ma cerca di mostrare quante tipologie diverse di trucco sai realizzare
  • Una breve descrizione di te stesso
    Racconta la tua esperienza, il tuo percorso formativo, le tue specializzazioni e le tue passioni. Aiuterai il cliente (o un possibile datore di lavoro) a capire chi sei e come lavori.
  • Una sezione contatti
    Qui inserirai i tuoi recapiti professionali, la tua mail, il tuo numero di telefono, l’indirizzo del tuo blog o del tuo website. Farsi trovare fondamentale! a volte una telefonata porta ad un lavoro!

Digitale o cartaceo? Quale formato devo utilizzare?

Come abbiamo detto il portfolio è la vetrina dei tuoi lavori più riusciti. Mentre il curriculum vitae racconta per iscritto il tuo percorso, il portfolio mette in scena le tue competenze pratiche. Inoltre mostra ciò che effettivamente hai già fatto, e questo è il suo punto di forza.
Seppure il portfolio cartaceo continui ad avere il suo fascino, non possiamo negare che il formato digitale presenti innumerevoli vantaggi:

  • Non pesa. Puoi mostrarlo ai clienti da qualsiasi device
  • lo puoi mostrare anche a persone non presenti
  • Può essere continuamente aggiornato
  • Puoi condividerlo
  • Puoi inserire nel portfolio digitale link e contenuti scaricabili

Quali piattaforme utilizzare?

Esistono online moltissime piattaforme gratuite (per esempio Behance, Dribbble o Fig Dig) per creare portfoli per artisti e creativi. In molti casi sono community che raccolgono professionisti e utenti alle prime armi che vogliono mettersi in luce. Puoi creare dei gruppi, interagire, ricevere feedback e aumentare la tua rete di contatti. Non trascuriamo i celeberrimi Flickr e Pinterest (piattaforme dedicate alle immagini, prevalentemente alla fotografia). Jobrary ti permette l’accesso senza registrazione se si possiede un account Facebook o Twitter.
Se vuoi qualcosa di più specifico e professionale prova un accesso a EspressoWork.

Se volete fare ancora di più potete realizzare un sito gratuito stile portfolio su WordPress!

Quante foto devo mettere?

Il portfolio online ti permette di inserire un gran numero di immagini. Il consiglio è di privilegiare la qualità e non la quantità. Crea un portfolio importante e ben curato. Venti o trenta immagini possono bastare, anche per non creare presentazioni troppo lunghe e noiose. Eventualmente crea dei contenuti più specifici da aprire a richiesta.

Come devono essere organizzate?

Crea una sequenza di immagini che ti permetta un racconto fluido. Affronta i temi che raccontano i tuoi punti di forza, mettendo in primo piano le cose che sai fare benissimo. Può essere utile inserire anche delle foto “prima-dopo” se i risultati sono soddisfacenti. Alterna immagini del viso a foto close-up per mostrare i dettagli.
Puoi anche suddividere il portfolio in base alle varie parti del viso: labbra, occhi, guance.

Realizzazioni di trucchi simili possono essere messe vicine per mostrare la tua capacità di intervenire su piccoli dettagli. Usa anche foto in bianco e nero. Sono molto glam e dimostrano la tua capacità di realizzare trucchi efficaci anche senza colore.

Cinque passi fondamentali per costruire un portfolio di successo:

  1. Decidi i tuoi argomenti
    Scegli i temi che vuoi mostrare (per esempio i diversi stili di trucco che sai realizzare, oppure le diverse location dove hai lavorato, oppure gli eventi a cui hai preso parte). Una volta che hai scelto i tuoi argomenti, decidi un ordine in cui vuoi mostrarli
  2. Decidi un moodboard
    Scegli uno stile, cerca di essere coerente ed elegante nella scelta dei colori, nella tipologia di immagini che metti in evidenza. È importante far vedere ciò che fai nel dettaglio, ma è anche importante presentarlo in modo impeccabile. Anche la grafica del tuo portfolio racconta chi sei.
  3. Parti con le foto più eclatanti
    Quando apri le prime pagine del tuo portfolio hai la massima attenzione da parte del tuo interlocutore. Scegli quindi i “pezzi forti” per le prime pagine, lasciando le cose più particolari o complicate per le pagine successive.
  4. Crea una sequenza “ragionata”
    Organizza le tue immagini con un ordine che ti permetta di raccontare i tuoi talenti. Prima di affrontare una presentazione, sfoglia il tuo portfolio passando da una immagine all’altra e prova a immaginare cose dirai per presentare le immagini.

 

Cerca di essere personale in ogni pagina del tuo portfolio!

 

Ora sei pronto/a per costruire il tuo Portfolio di successo!

 

 

Il corso di Truccatore Professionista di AreaDomani prevede il Ready To Work, un modulo finale che aiuta l’allievo ad affacciarsi nel mondo del lavoro (da come si affronta un colloquio in modo efficace fino ad arrivare agli approfondimenti fiscali della professione). Proprio in questo modulo sono previste lezioni su come creare un portfolio/blog online per comunicare se stessi sul web.

Ti aspettiamo in Accademia!