Reporter fotografico, come si diventa e quali sono gli studi da seguire

come diventare reporter fotografico

Per capire come diventare reporter fotografico bisogna affrontare una serie di parametri che vanno oltre il saper scattare una foto. Non si affronta questa professione semplicemente andando in giro con una reflex per catturare immagini più o meno interessanti. Il motivo è semplice: c’è un significato dietro questa professione.

Da un lato c’è la possibilità di intraprendere la strada del fotografo freelance, dall’altra c’è la condizione del reportage attraverso le immagini. Cosa significa esattamente?

Le strade si possono incontrare? Ecco cosa devi sapere per comprendere come diventare reporter fotografico di successo e ben retribuito (anche con la famosa partita IVA).

Chi è il reporter fotografico e cosa fa

Come dicevo, c’è una netta differenza tra un fotografo semplice e il reporter. Mentre il primo si specializza in un genere – di matrimoni, eventi, ecommerce, still life e altro ancora – il secondo punta sulla cronaca. Sulla narrazione di un evento.

Il reporter fotografico colleziona un racconto oggettivo fatto attraverso le immagini. Non è un vero e proprio storytelling, non si tratta di inventare una storia. La devi riportare.

Come diventare reporter fotografico? Devi andare oltre lo scatto fotografico: per quello c’è la soluzione, la tecnica si impara. Se vuoi intraprendere questa strade devi prima capire che non si tratta solo di scattare foto ma anche di raccontare qualcosa a un pubblico.

La differenza tra fotografo e fotoreporter

C’è un piccolo snodo che serve a dettare la linea per quanto riguarda la differenza tra queste due figure professionali. Entrambe lavorano con gli scatti fotografici ma quest’ultimo, il fotoreporter o fotocronista, è iscritto all’albo dei giornalisti.

Può essere sia un reporter a tutti gli effetti che fa servizi fotografici da pubblicare su riviste specializzate o settimanali, oppure un fotografo che accompagna il cronista sul luogo della notizia. In ogni caso, come suggerisce anche la pagina ufficiale di Wikipedia:

In Italia non esiste come figura tipica. Pertanto, se iscritto all’ordine dei giornalisti, è un fotogiornalista a tutti gli effetti, altrimenti viene definito come fotografo.

Chiaramente essere iscritto all’ordine dei giornalisti può fare la differenza. Ma tra i fotoreporter famosi troviamo nomi come Robert Capa, Horst Faas, Caio Mario Garrubba e altri nomi famosi del foto-giornalismo: basta avere il tesserino per rientrare in queste liste?

Il fotoreporter deve fare ben altro, deve specializzarsi in reportage naturalistici, di cronaca e in situazioni diverse. Qualche esempio? Cosa devi sapere per iniziare sul serio?

Come diventare reporter fotografico

Questo è il sogno di molti appassionati di fotografia: guadagnare con le proprie passioni e trasformarle in una professione a tutti gli effetti. Come ottenere questo risultato?

Approfondisci la teoria della foto

Ecco un punto che devi assolutamente prendere in considerazione. Se vuoi diventare un fotoreporter devi assolutamente approfondire gli argomenti necessari per avere la padronanza dello strumento. Cosa significa questo? Non devi procedere a caso.

Ma è giusto affrontare i temi della fotografia in movimento, magari quella sportiva se vuoi lavorare nel settore. O magari la fotografia naturalistica. Poi devi conoscere la storia della fotografia documentaristica e studiare i giganti di quest’arte per capire cosa significa raccontare un fatto – da una protesta nella piazza del paese alla rivolta di una nazione.

Conosci la strumentazione adatta

Non è facile capire come diventare fotoreporter, soprattutto se non hai bene compreso qual è il ruolo della tua attrezzatura. Ormai c’è grande attenzione al digitale quindi devi conoscere l’uso della tua reflex alla perfezione ma anche delle attività necessarie alla post-produzione. Ad esempio? Un professionista sa come scattare una foto in movimento.

Ma non basta. Un bravo fotoreporter conosce anche le tecniche per fare foto di notte e sa come si regola la propria macchina in queste condizioni. Però non è ancora sufficiente.

Il fotoreporter professionista sa anche come eliminare gli elementi di disturbo, però senza dimenticare che alcuni elementi possono diventare caratteristici della scena. Chi lavora in questo settore non deve essere solo perfetto. Ha bisogno di stile. Ovvero?

Acquista un metodo comunicativo

Non è un lavoro ordinario, non quello di chi usa le immagini per comunicare e raccontare. Come diventare reporter fotografico? Inizia a sviluppare il tuo modo di raccontare il mondo.

come diventare reporter fotografico

Un reportage è così, non è una semplice sequenza di scatti ma punta su una comunicazione profonda e ben definita. C’è arte nel reportage ma, soprattutto, si intravede la firma di chi scatta la foto. Lo storytelling dell’evento non è solo esecuzione tecnica senza sbavatura, c’è bisogno di stile e questo non si impara sui libri ma con la pratica.

Conviene fare questa professione?

Dipende dalla propria attitudine. C’è chi ha bisogno di una fotografia schematica, basata su un approccio ben definito. Per questo preferisce diventare fotografo di matrimoni o di lavorare con il web design scattando immagini per ecommerce. C’è però chi decide di andare oltre e intraprendere la strada del reportage. Quindi viaggia, si muove sul territorio.

E non per forza con traversate oceaniche: c’è tanto da raccontare anche sul territorio, a due passi da casa. L’importante è unire le competenze con la pratica. Da dove iniziare?

Ad esempio dai corsi di fotografia di Areadomani o magari dal workshop per reportage fotografici dedicato alle competenze specifiche di questa professione così affascinante.