Come diventare art director e lavorare nella pubblicità (online e offline)

Come diventare art director

Scoprire come diventare art director vuol dire iniziare un percorso importante per lavorare nel mondo della pubblicità. Perché è proprio questo il campo in questione.

Stiamo operando nel mondo promozionale. L’art director è quella figura che, insieme al copywriter, si occupa della creatività di un annuncio sponsorizzato e nella fattispecie lavora con la grafica, il video, la fotografia. Sì, stiamo parlando di un lavoro creativo.

L’art director, in sintesi, si occupa del visual. Vale a dire di tutto ciò che riguarda l’impatto visivo dell’annuncio. mentre il copywriter si occupa della scrittura, del codice scritto.

Insieme, art director e copywriter, formano il team creativo che si trova dietro a una campagna pubblicitaria e insieme lavorano si slogan, hero shot, colori e font.

La sinergia è importante ma per capire come diventare art director non basta sottolineare che c’è bisogno di tanta creatività e una dose smisurata per la passione. Ecco un’idea – e un percorso ben strutturato – per chi vuole intraprendere questo percorso affascinante.

I requisiti per lavorare come art director

C’è una regola da ricordare: anche se si tratta di una professione creativa, si basa sulla conoscenza approfondita dei codici comunicativi. Quindi c’è bisogno di teoria.

Anche se nella maggior parte dei casi ti diranno che un bravo art director è una persona con tanta passione per la pubblicità e la grafica, questa figura professionale deve studiare.

Il web ha reso possibile molti passi in avanti, con i programmi di fotoritocco e grafica tutto sembra più facile. Però tra i requisiti base per capire come si diventa art director c’è questo: lo studio dei codici artistici. Uno dei principi da approfondire è quello della storia.

Nello specifico la storia dell’arte con le varie correnti e gli stili. Poi devi studiare la semiotica. Questo campo consente di capire come e perché si scelgono forme e figure.

Puoi scoprire perché la forma triangolare è legata alla sacralità, qual è il motivo che spinge a inserire persone in una scena non necessarie alla storia e altri dettagli che nessuno nota. Ma tutti vedono. E contribuiscono a creare il significato condiviso.

Matura la giusta esperienza sul campo

Tra i requisiti base per diventare art director, professione confinante con altre simili come il color o il graphic designer, c’è la conoscenza dei pilastri teorici. Poi viene la pratica. Questo campo ha un benefit: puoi iniziare anche da solo, con i tuoi programmi di grafica.

Però l’esperienza si costruisce con la pratica, devi sporcarti le mani in agenzia facendo una buona gavetta. In questo modo puoi sviluppare anche quelle competenze multi-tasking che ti permettono di essere adeguato a compiti diversi. Da dove iniziare?

Come trovare lavoro

In primo luogo puoi dare uno sguardo al sito www.adci.it, il sito web ufficiale degli art director italiani. Puoi usarlo per trovare informazioni preziose.

Nel frattempo puoi creare un sito web con gallerie grafiche che mostrano i tuoi lavori, lo stesso vale per Instagram e Pinterest. Se operi con la grafica c’è behance.net. In questo modo puoi far sì che i possibili clienti si facciano un’idea della tua attività.

Come trovare lavoro

Iniziare a lavorare in un’agenzia pubblicitaria è il sogno di chi vuole iniziare a lavorare come art director: matura la tua esperienza, ruba tutte le competenze da chi ha più competenza di te e lavora sempre per crescere professionalmente e con i tempi giusti.

Come farsi pubblicità

Il sito web può essere sufficiente per trovare lavoro? No, e non vorrei neanche fermarmi alla classica pratica del mandare curriculum nelle varie agenzie pubblicitarie. Per iniziare a fare esperienza puoi seguire le richieste di lavoro che si pubblicano sui vari portali:

  • Infojobs.
  • Kijiji.
  • Indeed.
  • Monster.
  • Jooble.

Qui puoi cercare e ricevere alert su richieste di art director nella tua città, o anche in altre posizioni geografiche come Roma o Milano, in cui si chiedono esperienze diverse.

Di sicuro puoi trovare qualcosa che sia adatto alla tua posizione. Ricorda però che tutti hanno iniziato dal basso e che, al tempo stesso, devi essere in grado di valorizzare la tua professionalità. Questo si ottiene solo unendo l’esperienza con la crescita.

I corsi per diventare un vero art director

Sono importanti. Tutta l’esperienza di questo mondo ti può trasformare in una persona competente in materia. Ma come diventare art director? Hai bisogno di specializzazione.

La base teorica serve ma devi anche aggiornarti. Ad esempio con master di grafica pubblicitaria e corsi di web design se decidi di dedicarti alla creazione di contenuti online per campagne di digital advertising su YouTube e Facebook.

In alcuni casi può essere importante avere un riferimento chiaro per sviluppare un tocco in più nel disegno a mano o digitale. Perché in molti casi l’art director deve anche saper usare lo storyboard per disegnare storie e lo si fa a mano o con gli strumenti digitali, però la base del disegno serve sempre. Così come è necessario conoscere gli abbinamenti.

Un corso per imparare a disegnare può essere ideale per chi vuole diventare art director ma è chiaro che può non essere sufficiente. Perché magari bisogna conoscere a fondo anche i software per disegnate, montare video e modificare foto. Ed ecco che diventano fondamentali anche i corsi per Adobe Illustrator, Photoshop e InDesign.

Devi specializzarti in un campo specifico

Non esiste un art director adatto per ogni occasione e pubblicità. Ci sono professionisti che si specializzano nel canale comunicativo video, quindi può affiancare il copywriter nel lavoro di creazione delle clip pubblicitarie per la TV ma anche e soprattutto su YouTube e magari su Facebook. Puoi puntare su skill specifiche anche per argomenti, temi e settori.

Questo almeno per chi vuole puntare verso la specializzazione, ma non rinchiuderti nei tuoi contesti: è giusto ricordare che bisogna saper lavorare in tutti gli ambiti.

Anche sulla carta stampata che è sempre in auge. O magari investi sul web e affiancare i social media manager per generare banner, ADV e blog post. Ricorda il punto: devi avere conoscenze generiche sul tema ma puntare verso un settore specifico e focalizzarti. Ecco perché devi seguire un corso di grafica pubblicitaria come quello di Areadomani.