Come diventare sarta a 50 anni

Come diventare sarta a 50 anni

Oggi è importante imparare a riprendere in mano le sorti del proprio destino anche quando le condizioni professionali cambiano immediatamente e senza preavviso. Per questo molte persone che frequentano i nostri corsi di formazione – anche quelli dedicati alla sartoria e alla moda – ci chiedono come diventare sarta a 50 anni. O comunque dopo quell’età che ti consente ancora di fare esperienza senza pensare al futuro.

Ma perché è così importante rispondere a questa domanda? Per quale motivo tante persone vogliono intraprendere questa professione? Il motivo è semplice: diventare sarta significa trasformare la propria passione in un lavoro. E riuscire a guadagnare mettendo a frutto ciò che si sa fare. Vale a dire il lavoro con stoffe e pieghe, aghi e filo, colori.

Ma anche stili differenti. Per diventare sarta non bisogna solo cucire e saper tagliare: c’è bisogno di conoscenza dei cartamodelli ma anche della teoria, degli stili e delle mode. Tutto questo può essere fatto anche a 50 anni, lo sai? Ecco da dove inizia il percorso.

Studiare le basi teoriche della sartoria

Come diventare sarta a 50 anni? Approfondendo la teoria. Non puoi perdere proprio questo passaggio, per questo l’ho inserito all’inizio. Se sei all’inizio della tua carriera di aspirante sarta tutti si aspettano una persona con scarse competenze ma tanta voglia di imparare.

Se hai 20 anni tutto questo è accettabile ma se vuoi iniziare a lavorare a 50 o 40 anni tutto questo non è accettabile. Quindi devi colmare le lacune, studiare la teoria della sartoria che ti consente anche di fare una semplice piega, un orlo o un cambio di bottone.

Ovviamente come una professionista. Da qui puoi andare oltre e imparare a disegnare, interpretare e usare i cartamodelli per comprendere il lavoro della sarta al giorno d’oggi.

Un lavoro che non può prescindere da un punto essenziale: bisogna studiare le mode, il modo in cui si evolve lo stile che le persone decidono di indossare. Quindi, oltre a un classico approfondimento di come si gestiscono le basi della sartoria bisogna anche dedicare tempo al come le persone si vestono. Sai cosa ti serve ora?

Aggiorna le tue competenze tecniche

Se hai deciso di approfondire il tema e risponde al come diventare sarta a 50 anni, anche se non hai grande esperienza in questo settore, hai due strade davanti a te: rimanere con i piedi nel passato o affrontare la realtà. Vale a dire il fatto che tante cose sono cambiate.

Aggiorna le tue competenze tecniche
Tante cose sono cambiate nel mondo della sartoria.

Se hai deciso di seguire questa professione e c’è già un minimo di esperienza da mettere in campo è un punto di partenza. Però bisogna valutare un punto: l’aggiornamento tecnico. E se vuoi diventare sarta, dipendente o in proprio, bisogna correre ai ripari. Affrontando tutto ciò che c’è da sapere anche dal punto di di vista di mode e stili.

L’esperienza tecnica che deve essere aggiornata non riguarda solo la teoria e la pratica: devi affrontare anche le novità tecniche. Acquistare oggi una macchina per cucire vuol dire prendere in considerazione il fatto che le novità corrono veloci. E di cosa hai bisogno?

Continua a fare esperienza a casa

Lo devi fare per avere dalla tua parte la capacità e la manualità necessaria a prendere decisioni, improvvisare, seguire le regole ma anche indicare soluzioni alternative.

Magari puoi decidere di creare una postazione per cucire sempre nella propria abitazione e trasformare un’area della tua dimora in sartoria professionale e specializzata..

Dove puoi fare qualche piacere a parenti e amici, o magari sfrutti le partite IVA con regime dei minimi (particolarmente utile per chi ha piccole attività) o la ritenuta di acconto per chi guadagna meno di 5.000 euro all’anno. In questo modo non c’è alcun problema in termini fiscali e puoi anche arrotondare lo stipendio, iniziare a guadagnare con la tua passione.

Fai pubblicità alla tua attività di sarta

Ecco come diventare sarta a 50 anni: devi farti conoscere. Vero, la gavetta è sempre importante ma il tempo fugge e non puoi permetterti di sperare che il lavoro dei tuoi sogni arrivi all’improvviso. C’è chi sogna di diventare sarta in un laboratorio importante, chi invece spera di poter semplicemente sostenere la famiglia con le proprie competenze.

Spesso con un piccolo laboratorio in casa. In ogni condizione, però, non basta essere in grado di svolgere il proprio lavoro: bisogna mostrarlo. In che modo? Tutto dipende.

Ad esempio da chi vuoi raggiungere. Può essere utile avere delle inserzioni su giornali locali o magari affrontare il tema del web marketing. Puoi contattare un webmaster per creare un blog o un sito web, questa è una soluzione molto interessante se vuoi creare dei tutorial. Lo stesso discorso vale per YouTube, Instagram e Facebook.

Essere presente su internet può essere fondamentale per consentire a chi non ti conosce di avere una valutazione chiara del tuo lavoro, delle possibilità che puoi offrire.

Come diventare sarta a 50 anni

Devi metterti in gioco e affrontare una realtà chiara: non è facile iniziare quando ci sono già diversi anni di distanza rispetto ai competitor. Però bisogna far leva sugli aspetti positivi, devi trasformare ciò che potrebbe sembrare un peso in un punto di forza. Quindi?

Se vuoi diventare sarta a 50 anni devi essere competente, e fare in modo che la differenza non sia solo anagrafica ma anche rispetto alle competenze che puoi mettere in campo.

Come risolvere questi problemi? Quali sono le soluzioni concrete per diventare sarta o costumista con una buona base di esperienza anche quando il tempo non è a tuo favore?

Devi scegliere una buona scuola di sartoria, uno luogo in grado di darti tutto ciò che serve per imparare teoria e pratica. Proprio come avviene nei corsi di Areadomani per sarte.