Come impostare l’autoscatto su una macchina fotografica

Come impostare l'autoscatto su una macchina fotografica

Capire come impostare l’autoscatto sulla macchina fotografica è uno dei punti essenziali per riuscire a fare un buon lavoro in ogni occasione. Perché questa funzione, presente ormai su tutti gli strumenti e anche sugli smartphone, ti consente di eseguire foto senza il tuo contributo. Non c’è nessuno che preme il pulsante, sei tu che programmi uno scatto.

Uno scatto che si manifesta dopo una serie di secondi. Di solito 5 o 10. Basta questo per capire come funziona l’autoscatto? Come si comporta un fotografo professionista che deve fare una fotografia di qualità ma non può agire sul pulsante per catturare l’immagine?

Come mettere il timer alla macchina fotografica?  Qui trovi la guida dedicata all’uso dell’autoscatto su macchine fotografiche e smartphone come i dispositivi Android e iPhone.

Configurare la fotocamera reflex per l’autoscatto

Il punto essenziale per capire come impostare l’autoscatto sulla macchina fotografica: settare la macchina nel modo giusto. Valutando anche dettagli come la messa a fuoco.

Anche se marche e versioni differenti possono avere qualche variazione rispetto alla procedura, impostare l’autoscatto su una Canon o una Nikon è relativamente semplice:

  • Accendi la macchina fotografica.
  • Con la rotellina vai sull’icona verde.
  • Ora sei in modalità automatica.
  • Ora premi il pulsante menu.
  • Vai sulla sezione autoscatto.

A questo punto il software della reflex – o comunque della macchina fotografica che hai deciso di usare – ti consente di scegliere il numero di secondi di conto alla rovescia.

Questo tempo ti permette di avere un intervallo per posizionarti di fronte alla camera. Il segnale acustico va verso un’accelerazione quando sta per scadere il countdown.

Ma come impostare la messa a fuoco in questo caso? Puoi farla prima di dare il via al tempo dello scatto previsto: l’avvio all’autoscatto avviene con una pressione superiore sul bottone, prima puoi regolare l’immagine come preferisci e mettere a fuoco l’oggetto.

Perché puntare sull’autoscatto? Quando serve?

Chiaro, fare un buon autoscatto è quello che serve quando sei in compagnia degli amici e vuoi avere un ricordo senza omettere nessuno. Con gli smartphone si usa puntare sul selfie, in cui si preme il pulsante con una mano, ma con la macchina fotografica reflex?

Questo meccanismo diventa un’impresa. Ecco perché bisogna capire come impostare autoscatto su macchina fotografica. Soprattutto se vuoi lavorare in determinati ambiti.

Fotografare gli animali: la foto naturalistica

Avere la possibilità di gestire il timer per fare scatti fotografici è importante in questi settori. Soprattutto se aggiungi a tutto ciò uno strumento fondamentale come il telecomando.

In questo caso non hai un tempo preciso, non devi adeguare lo scatto a un determinato numero di secondi. Che rimane una soluzione valida ma non sempre: se vuoi decidere tu il timing dello scatto lo puoi fare con un semplice strumento con cavo o a infrarossi.

Creare un video time-lapse con l’autoscatto

Ci sono diverse tecniche per creare un video time-lapse con la tua reflex ma se c’è uno strumento da sfruttare consiglio l’intervallometro. Vale a dire uno strumento che ti consente di effettuare una serie di scatti a distanza definita a monte per creare una sequenza con intervalli regolari capaci di creare un effetto di evoluzione.

La strumentazione per fare un buon autoscatto

La maggior parte dell’attenzione va rivolta verso la buona attrezzatura che consente di catturare uno scatto adeguato. Il conto alla rovescia ti permette di avere il tempo per posizionarti di fronte all’obiettivo, ma puoi ottenere ottimi risultati con una serie di accessori.

Cavalletto per realizzare un ottimo autoscatto

Il supporto della macchina fotografica è sicuramente utile quando vuoi lavorare con l’autoscatto. Questo perché nella fotografia ordinaria ci sono le tue mani che permettono di sostenere e orientare lo strumento. Durante l’autoscatto, invece, provi diverse soluzioni.

cavalletto
AmazonBasics – Treppiede leggero estensibile.

Ma non funzionano mai come immagini: mettere la macchina su un muro vuol dire rischiare di non centrare il soggetto, di avere un’inclinazione errata o magari puoi mettere a repentaglio la stessa macchina fotografica posizionandola in bilico su uno spigolo.

Il cavalletto, invece, ti dà sicurezza e ti consente di ottenere uno scatto professionale. Ovviamente puoi scegliere tra decine di modelli, più o meno imponenti e lunghi.

Quello che ti consiglio è di acquistare un modello resistente, per non mettere a repentaglio la tua macchina fotografica, e con tutti gli snodi utili per inclinare in sicurezza.

App per utilizzare il timer della fotocamera

Ci sono alcune applicazioni per Android e iPhone che ti consentono di scattare in automatico con lo smartphone. Ma non è una funzione base di questo strumento?

Se hai bisogno di fare una foto dal tuo telefonino, non dalla macchina fotografica, puoi impostare l’autoscatto di default. O scaricare app come Easy Selfie e SelfTimer Cam o per avere maggiori opportunità. Ad esempio facendo partire il conto alla rovescia con un suono.

Telecomando per scattare a distanza

Uno strumento per migliorare il lavoro con il tuo autoscatto. Puoi sfruttare telecomandi con cavo o senza, quindi a infrarossi, per decidere in autonomia quando scattare.

Come impostare autoscatto su macchina fotografica
Comando a distanza RS-60 E3 per Canon.

Questo è un accessorio utile quando fai foto naturalistiche o vuoi solo avere la massima libertà di un selfie con la reflex. Ci sono telecomandi di diversa fattura, li puoi scegliere wireless o meno o con la possibilità di messa a fuoco premendo a metà il bottone.

Come impostare autoscatto su macchina fotografica?

Può sembrare un dettaglio ma non è così. Capire come impostare un autoscatto con la tua macchina fotografica non vuol dire solo avere la possibilità di fare un selfie ben strutturato: il tempo del conto alla rovescia ti consente di sfruttare uno strumento in più anche per fare buone foto naturalistiche, di bird watching ad esempio.

Senza dimenticare il time-lapse. Vuoi qualche informazione in più? Per raffinare il tuo lavoro in questa direzione c’è il corso di fotografia professionale di Areadomani.