Come cucire una mascherina in stoffa fai da te in casa

Come cucire una mascherina in stoffa

Ecco come cucire una mascherina in stoffa riutilizzabile e personalizzata, con questo tutorial puoi finalmente creare un oggetto adeguato alle necessità e alle regole che ormai dobbiamo rispettare per proteggerci e tutelare le altre persone dal COVID-19.

Prima della pandemia era praticamente impossibile, per una persona normale, aver bisogno di una mascherina facciale. Questo era un oggetto da usare in ospedale, ma era dedicato a scopi chirurgici. Oppure si usavano durante i lavori con vernici e polveri.

Da marzo 2020, invece, l’uso delle mascherine protettive è diventato obbligatorio in molte circostanze. Non sempre, però, quelle chirurgiche sono adeguate all’uso.

E non sempre sono necessarie. Ci fidiamo dei modelli FFP2 o FFP3 perché sono le più sicure, ma in molte circostanze si possono creare e indossare anche dei modelli fai da te. Ecco un tutorial che ti spiega come cucire una mascherina in stoffa protettiva.

Le mascherine di stoffa sono sicure?

Partiamo da un punto chiaro: le mascherine protettive in stoffa non sono certificate e non offrono un riparo adeguato in condizioni di grave rischio. In un ospedale, ad esempio, non vedrai mai un chirurgo o un dottore senza la sua protezione professionale.

Quindi le mascherine fai da te non sono un presidio medico-sanitario ma rispetto ai primi mesi del COVID-19 abbiamo delle certezze in più. L’ISS – istituto superiore di sanità – ha chiarito un punto: si possono usare mascherine autoprodotte e mantenere degli standard di sicurezza accettabili. Lo stesso DPCM firmato dal premier Conte, il 27 aprile, dichiarava:

“Per la popolazione generale potranno essere utilizzate, in alternativa alle mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità”.

Perché questo è il punto sostanziale: uno dei vantaggi che spingono le persone a creare mascherine di stoffa fai da te è la maggior comodità d’uso. Poi, chiaramente, c’è il fattore economico che influenza la scelta e anche la possibilità di creare un accessorio estetico piacevole da indossare. Chiaramente in situazioni di scarsa pericolosità tutto questo è possibile, ricordando però sempre le indicazioni dell’istituto Superiore di Sanità.

Come cucire una mascherina di stoffa

Appare chiaro che per creare una mascherina adeguata c’è bisogno di un minimo di competenza, non basta creare una sorta di foulard o una sciarpa per coprire la bocca.

Ma come procedere? Qual è la soluzione ideale? Come si crea una maschera facciale in tessuto, magari riutilizzabile? Ecco il tutorial dettagliato da seguire passo dopo passo.

Cosa serve, cartamodello e strumenti necessari

Per creare una mascherina semplice ma efficace devi procurarti la stoffa a trama fitta (trovi le indicazioni nel prossimo paragrafo), cordini elastici adeguati, ago, filo e forbici.

Se vuoi creare una mascherina rettangolare questa è la soluzione ideale e il necessario è in questa lista. Per chi ha maggiori competenze può pensare a un modello sagomato che rispecchi il profilo del viso. In questi casi è necessario un cartamodello per mascherina.

Scegli il tessuto adatto per creare la mascherina

Questo è il nodo per realizzare una mascherina fai da te in casa ma comunque efficace per proteggere in un ambiente comune. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità bisogna usare materiale multistrato che non deve essere tossici ma neanche portatore di allergie.

Quali tessuti sono più efficaci per costruire mascherine? La soluzione è quella di sovrapporre due strati, secondo l’ISS puoi usare due fogli di cotone sovrapposti mentre la ricerca ACSnano propone uno di questo materiale e due di chiffon, seta o flanella.

Taglia la stoffa, unisci i bordi con la macchina da cucire

Una volta scelto il materiale per creare questo prodotto devi tagliare due o tre rettangoli di tessuto da 25 x 15 centimetri (il numero dipende dal tipo di maschera che vuoi creare) e cucirli insieme unendo l’orlo superiore e inferiore, più i due laterali. Come procedere?

Piegare gli orli in modo da creare un bordo da passare sotto la macchina da cucire. Il lavoro deve essere serrato e preciso, per questo è impossibile creare una mascherina di qualità senza questo strumento e usando semplicemente ago e filo. Per i bordi laterali non bisogna creare gli orli aderenti ma devi lasciare spazio per far passare l’elastico.

Realizza il corpo della mascherina e aggiungi l’elastico

Una volta creato questo modello devi infilare il cavo elastico in modo da mantenere aderente la stoffa sul viso. Il modo migliore per completare l’operazione è quello di usare ago e filo per legare e guidare il cordino elastico nel bordo laterale.

A questo punto puoi unire con un nodo il filo e adattarlo alla tua faccia. Fai passare il nodo nel bordo laterale della mascherina in modo che non si vedi e acquista se necessario dei regolatori in modo che la mascherina sia sempre aderente al viso.

Realizza il corpo della mascherina e aggiungi l'elastico

Ricorda che su Amazon puoi trovare sia il cordino elastico specifico per le mascherine che si usano anche in ospedale che diversi modelli di regolatore per evitare che la tensione si allenti e si riduca l’efficienza della tua mascherina fai da te.

Posso inserire filtro o fil di ferro sul naso?

Queste sono le regole di base per creare una mascherina fai da te in casa. Molti modelli che acquisti hanno anche il fil di ferro sul naso per mantenere la massima aderenza ma non conviene per i modelli fai da te. Perché queste soluzioni devono essere sanificate con lavaggio in acqua a 60 gradi e il metallo potrebbe creare problemi e deformazioni.

Lo stesso discorso si può fare per il filtro: le mascherine di comunità, quelle fatte in casa, hanno nella sovrapposizione dei veli di stoffa il loro sistema di filtraggio e aggiungere altri elementi può creare solo intoppi e incertezze nella realizzazione. Esistono cartamodelli pensati per creare mascherine fai da te con tasche per aggiungere filtri intercambiabili?

Sì ma sarà più difficile rispettare i criteri base suggeriti dall’ISS per creare mascherine di comunità abbastanza sicure. D’altro canto se vuoi approfondire questo argomento e creare delle mascherine ben sagomate e ricche di particolari puoi dare uno sguardo al nostro corso di sartoria dove trovi le basi per realizzare tutto questo e altro ancora.