Come togliere il gel dalle unghie senza rovinarle

Rimuovere il gel dalle unghie

Rimuovere il gel dalle unghie è uno dei compiti più importanti e delicati per chi vuole prendersi cura delle mani e si dedica alla raffinata attività della nail art. Ovvero la capacità e possibilità di abbellire le estremità delle dita nel miglior modo possibile.

In particolar modo, quando parliamo di gel per le unghie ci riferiamo a un composto capace di ricostruire l’elemento rigido dando una forma completamente nuova. Sia in termine di lunghezza che di forma. A differenza dello smalto semipermanente, meno duraturo e adatto solo a chi vuole un colore piuttosto resistente al lavoro quotidiano.

Cos’è il gel per le unghie, cosa fa e a cosa serve

Il gel ricostituente per ridare forma alle unghie viene applicato da una persona specializzata, che usa questo materiale per ridare bellezza alle mani di chi ha problemi più o meno evidenti. Poi deve passare sotto ai raggi di una lampada LED o UV per rendere solida la pasta utilizzata. Che può essere ulteriormente decorata con colore e trasparente.

I benefici? Chi decide di utilizzare il gel può contare su circa 30 giorni di mani perfette, senza alcun problema di durata e resa. Ma, a parte il costo che è superiore a trattamenti simili come il semitrasparente, c’è un altro problema: non si toglie facilmente.

Come rimuovere gel dalle unghie a casa? Bisogna andare dall’estetista? Quali sono le pratiche da evitare per staccare la decorazione? Ecco una guida per affrontare il tema.

Come toglie e rimuove il gel dalle unghie a casa?

Il modo più semplice e sicuro per rimuovere il gel senza danni: andare dall’estetista, magari lo stesso che ha messo lo strato di materiale per rimodellare le estremità delle dita.

In questo modo è possibile togliere questo strato in totale sicurezza anche perché togliere questo strato di materiale senza le nozioni di una professionista della manicure rischia di danneggiare la base di lavoro. Però potrebbero esserci delle emergenze – l’unghia con gel dolorante – oppure hai già delle competenze in questo settore e quindi vuoi lanciarti in quest’attività: come togliere le unghie finte create con il gel senza danni?

Gel Soak Off o tradizionale

C’è una piccola differenza da sottolineare: il gel Soak Off è diverso rispetto a quello tradizionale. Infatti si tratta di una soluzione più sottile, adatta a ricostruzioni non molto elaborate e che prevedono un allungamento eccessivo. Di conseguenza, togliere il gel di questa tipologia è più semplice. Cosa cambia, invece, con un prodotto diverso?

Gel Soak Off o tradizionale

Il gel tradizionale, quello che serve a fare gli allungamenti con cartine per intenderci, invece è più duro e resistente: serve a eseguire lavori differenti ma è difficile da togliere a casa. Se non altro perché solo la fresa può garantire un processo rapido e ben svolto.

Quindi, in questo caso conviene veramente andare da un onicotecnico specializzato, vale a dire una persona che ha studiato e ha fatto esperienza nel settore della ricostruzione, cura del letto ungueale e applicazione di unghie finte. Anzi, se vuoi la massima sicurezza cerca un centro estetico che collabora con una figura del genere.

Togliere il gel senza fresa

Togliere il gel in casa vuol dire lavorare senza fresa. Di cosa hai bisogno? Alcune lime, dischi di cotone, carta stagnola, solvente. In primo luogo bisogna limare la superficie con due lime, una grana 100/150 e una meno dura, fino a raggiungere uno strato minimo di gel prima dell’unghia vera e propria. In sintesi, non bisogna intaccare l’unghia e sfregarla.

Poi prendi dei dischi di cotone, bagnali con un solvente adeguato a questo lavoro e fa’ in modo che sia aderente all’unghia con la carta argentata. Aspetta 10 minuti e poi togli la copertura, nei prossimi paragrafi spieghiamo anche cosa accade dopo.

Togliere il gel con la fresa

Perché è così delicata l’operazione di rimozione del gel dalle unghie? Semplice, il materiale usato permette di creare uno strato ricostituente sopra al tessuto originale che magari si spezza, si sfoglia o è mangiato costantemente. Di conseguenza è difficile togliere il gel.

Questo per un motivo semplice: non è come uno smalto e neanche come il semipermanente. Non basta passare l’ovatta con l’acetone per togliere il gel, bisogna consumare la sezione e per farlo ci vuole competenza, conoscenza ed esperienza.

L’uso della fresa velocizza il tutto ma è fortemente sconsigliato a chi non ha conoscenze nel settore dell’onicotecnica. Il rischio di danneggiare l’unghia con conseguenze disastrose è alto, quindi sconsigliamo qualsiasi uso della fresa per un uso casalingo.

Cosa fare dopo aver tolto lo smalto dalle unghie?

Per prendersi cura delle unghie non basta togliere con la lima e sciogliere i residui con sgrassatore specifico per questo compito. Una volta terminato il lavoro passa olio.

Non uno qualsiasi, meglio un prodotto pensato per riparare le cuticole danneggiate e, in seguito, smalto rinforzante da tenere per due o tre settimane in grado di riportare l’unghia al suo stato. Ci vuole una pausa per riprendere il giusto equilibrio.

Come togliere il gel semipermanente sulle unghie

Abbiamo dato una buona spiegazione per togliere il gel dalle unghie. Ma che differenza c’è con il semipermanente? Quest’ultimo è uno smalto più resistente con una base simile al prodotto precedente, è un fotoindurente in gel ma con una tenacia inferiore.

In buona sintesi, si tratta di una buona via di mezzo che dà la possibilità di lavorare, usare detersivi o solventi con maggior tranquillità. Come sono le procedure per toglierlo?

Più o meno simili: bisogna limare la superficie per togliere un primo strato e poi proseguire con ovatta imbevuta di soluzione specifica. In questo caso, rispetto al gel, si può usare anche il classico acetone. La tecnica del solvente è simile a quella del gel.

Bisogna bagnare il dischetto, metterlo sull’unghia e chiudere il tutto con la carta argentata per 10 minuti. Allo stesso modo, non mettere subito nuovo smalto semipermanente ma lasciar riposare l’unghia con un prodotto semplice o magari ricostituente.

Togliere il gel dalle unghie in modo professionale?

Il punto che bisogna affrontare per chiudere questa guida dedicata ai metodi per togliere le unghie finte create con il gel: non bisogna improvvisare. Spesso si cercano dei metodi per non rovinare le unghie a causa di prodotti chimici, in altri casi invece c’è un eccesso di attrezzi usati senza una vera competenza. La manicure e la nail art sono attività che richiedono competenza, conoscenza e grande esperienza sul campo.

Vuoi approfondire questi punti? Vai matta per la nail art? Ti piacerebbe fare di questa passione un lavoro? Scopri il nostro corso per diventare onicotecnica!