Le unghie si sfaldano e spezzano? Ecco come rinforzarle!

Come rinforzare le unghie

Capire come rinforzare le unghie è un passaggio fondamentale per chi vuole curare le mani. Perché capita a tutti di spezzare e rovinare le estremità delle dita, soprattutto quando lasciamo che le unghie crescano per decorarle con smalto o altre tecniche di nail art.

D’altro canto non è solo questo il problema. Spesso le unghie si rovinano ma non a causa di disattenzione o della cattiva abitudine di mangiarle. Alcune persone registrano unghie che si spezzano verticalmente e che si sfaldano. Motivo? Forse a causa della tiroide, o magari dell’alimentazione. A volte mancano vitamine e si spezzano le unghie.

Le unghie, in molti casi, sono lo specchio di patologie e mostrano sintomi di disturbi in diverse parti del corpo. Chi lavora nel mondo dell’estetica e dei saloni di bellezza, però, deve sapere cosa usare per rinforzare le unghie fragili e quali strade seguire.

Perché le unghie si sfaldano e spezzano?

Sappiamo che la buona salute del corpo può essere definita anche osservando alcuni tratti del corpo. Il rossore degli occhi, ad esempio, può essere sinonimo di un problema.

Lo stesso vale per le unghie. Se si sfaldano, infatti, assistiamo a un disturbo chiamato onicoschizia lamellina. E che riguarda un problema relativo alla disidratazione.

Le unghie si rovinano (perdendo sfoglie di lamina ungueale danneggiata) per carenza d’acqua. La disidratazione porta allo sfaldamento, prodotti chimici e cosmetici amplificano il disturbo. Senza dimenticare che spesso le unghie si sfaldano e spezzano verticalmente anche a causa di una dieta povera di ferro e vitamina B7.

Come rinforzare le unghie: dieta e prodotti

Chiaramente avere questi problemi non è piacevole, tutti vorrebbero risolvere queste fratture e gli sfaldamenti che rendono le mani brutte da vedere. Ma non bisogna disperare, c’è soluzione. Come curare le unghie sfaldate delle mani? Ecco una serie di consigli.

Tutti possono mettere in pratica una serie di tecniche e strategie poco impegnative per rinforzare queste lamine semitrasparenti che caratterizzano le dita di mani e piedi.

Cosa bisogna mangiare per rinforzare le unghie?

Primo passaggio per avere una soluzione naturale alle unghie che si spezzano e sfaldano: mangiare bene. Che vitamina manca quando si spezzano le unghie? La B7, la biotina, che si trova nella carne (in particolare nel fegato) ma anche nelle noci, negli agrumi, nel tuorlo d’uovo e nelle banane. La bellezza della mni passa da ciò che mangi.

Ricorda che la carenza di ferro può essere riscontrata nello sfaldamento delle unghie, quindi assicurati che nella tua dieta ci sia sufficiente contributo grazie ad alimenti come legumi, carne (fegato, carne bovina e di cavallo), uova, fiocchi d’avena a alcuni pesci. Per risolvere il problema in modo chiaro chiedi il contributo a un nutrizionista.

Metodi naturali fai da te per rinforzare le unghie

Come rinforzare le unghie? Primo punto per risolvere i problemi di frattura, sfaldamento e rotture verticali: puoi usare una serie di prodotti casalinghi per creare unguenti fai da te.

Devi creare buone soluzioni da applicare sulle lamine rovinate. Un esempio pratico? È possibile rinforzare le unghie con olio e limone confezionando una soluzione composta da:

  • 2 cucchiai di olio d’oliva extravergine.
  • 1 cucchiaio di succo di limone.

Questi prodotti sono rinforzanti e curativi, per ottenere i benefici di questa combinazione devi togliere tutti i prodotti e gli smalti dalle unghie e immergere le estremità delle dita in questa pomata lenitiva che darà sollievo alle unghie sfaldate e spezzate. Ma soprattutto permette di rinforzare la lamina e procedere verso una corretta ricostruzione delle unghie.

Esistono prodotti per rinforzare e fortificare le unghie?

Certo. Anche se le pomate fai da te a base di limone e olio possono fare tanto per la salute delle unghie, la cosmetica ci aiuta. Anche se il contributo della dispensa non è finito.

Come rinforzare le unghie e risolvere il problema dello sfaldamento? Se vuoi puntare sui prodotti naturali puoi sfruttare una soluzione già nota: l’olio di ricino. In alternativa puoi scegliere quello di mandorle. Dopo aver tagliato l’unghia e aver limato l’estremità, passa il ricostituente. Se tutto questo non funziona puoi passare al paragrafo successivo.

Smalto utile per rinforzare le unghie che si sfaldano

In primo luogo bisogna ricordare che è buona norma lasciare le unghie prive di smalto per qualche tempo, una settimana ad esempio, in modo da aiutare la lamina ungueale a riprendere la sua superficie naturale. Poi, prima di mettere qualsiasi smalto è indispensabile aggiungere una base per proteggere dagli agenti aggressivi.

Come rinforzare le unghie

Inoltre è possibile attivare un trattamento direttamente sull’unghia grazie a smalti che si applicano su unghie sfaldate, rigate e rovinate. Uno dei prodotti migliori è Unghiasil, un trattamento che consente di idratare e proteggere la superficie. Poi c’è Mavala, smalto indurente che rinforza la lamina. Un altro prodotto da ricordare: Trind, smalto rinforzante.

Ricorda che esistono ottimi prodotti per evitare questa sgradevole abitudine. Uno tra tutti: Mavala Stop. Si tratta di uno smalto antisuzione per risolvere il vizio dell’onicofagia, adatto per bambini e adulti. Perché tutti devono proteggersi da questa pratica.

Come prendersi cura delle unghie

Tutto questo deve essere messo in pratica nel momento in cui le unghie si rovinano. Però ricorda che tutto prende il via da una cura preventiva. Devi tutelare questi elementi con una serie di buone abitudini non difficili da seguire nella vita quotidiana.

Ad esempio bisogna evitare la terribile abitudine di mangiarsi le unghie, indebolisce la lamina ungueale. Lo stesso discorso vale per l’uso di alcuni prodotti chimici. Meglio:

  • Usare i guanti quando si fanno le pulizie.
  • Sorvolare sui prodotti a base di acetone.
  • Mantenere un buon livello di idratazione.
  • Evitare lo smalto senza base protettiva.
  • Non esagerare con i traumi.

Ad esempio quando si lavora a computer o si ticchetta con le unghie su un tavolo c’è il rischio di danneggiarle e spezzarle. Per i piedi il danno si moltiplica a causa di traumi legati a corsa o sentieri scomodi. Senza dimenticare ciò che succede in spiaggia.

Soprattutto quando si indossano sandali e scarpe inadeguate. Anche l’acetone può essere pericoloso se si ha la tendenza alle unghie spezzate perché disidrata l’unghia.

Vuoi diventare onicotenica professionista? Iscriviti al corso di nail art e ricostruzione unghie. Abbiamo già formato oltre 700 allievi!