Lavorare nella sartoria: come è cambiato il mestiere della sarta

lavorare nella sartoria oggi

 

Cosa significa oggi lavorare nel mondo della sartoria? Il mestiere del sarto è ancora richiesto oppure riguarda ormai solo un lavoro di nicchia? Proviamo a rispondere!

Quello del sarto è un mestiere sì antico, ma che oggi risulta essere ancora tra le figure professionali più ricercate. Il sarto di fatto è un artigiano, una persona che ha sviluppato tutta una serie di abilità (per nulla semplici) che gli permettono di realizzare un abito seguendone tutti i suoi passaggi. Disegnare, modificare, riparare, cucire, confezionare solo solo alcune delle attività che i sarti devono essere in grado di fare nell’arco della loro giornata lavorativa. Se hai deciso di intraprendere questa professione ricordati che fare il sarto (o la sarta) richiede molta pazienza, precisione, passione e versatilità.  E’ intorno a tutti queste elementi che si sviluppa il successo di questa professione. Perché se è vero che un orlo è pur sempre un orlo, rispetto a qualche decennio fa bisogna saper usare macchinari all’avanguardia, cogliere le esigenze dei clienti che cambiano velocemente e avere la capacità di personalizzare gli abiti.


 

come fare la sarta oggi
Cosa fa la sarta oggi

 

Tanto per rendere l’idea della complessità che ha assunto questo lavoro, abbiamo provato a fare una lista (parziale) di alcuni dei compiti più richiesti oggi ad una sarta, che come potrai vedere vanno ben oltre il sapere confezionare e riparare indumenti:

  • selezionare e modificare modelli commerciali in base alle richieste di clienti e produttori d’abbigliamento;
  • elaborare e tradurre disegni;
  • immaginare come risulterà il capo finale;
  • realizzare campioni da tessuti economici, prima di tagliare tessuti costosi;
  • modificare e riparare indumenti;
  • rapportarsi direttamente al cliente e discutere le sue esigenze;
  • consigliare il cliente le combinazioni di tessuti e modelli;
  • assicurarsi di rispettare tutte le scadenze;
  • definire le specifiche tecniche per i capi d’abbigliamento, informarsi su tessuti, modelli, forme e colori;
  • conoscere le fasi di lavorazione dei tessuti e le tecniche di intervento per il tagli;
  • tenersi aggiornato sulle nuove tendenze e tecniche e trovare i migliori materiali;
  • saper utilizzare attrezzature e macchinari di vari tipo;
  • saper organizzare e conservare tessuti, finiture ed altri materiali;
  • essere capaci di stilare un preventivo tenendo conto dei costi di produzione e manodopera;
  • creare una rete di clienti e fornitori.

Le competenze e la qualifiche richieste per lavorare come sarta

 

Per poter soddisfare tutte le richieste del mercato del lavoro di oggi, sicuramente imparare a fare la sarta da autodidatta non basta. E’ necessario seguire un percorso di studi professionale che possa insegnarti le nozioni tecniche, ma che sia in grado anche di far emergere e sviluppare alcune caratteristiche personali che occorrono per avere successo in questo settore.

Se vuoi diventare una sarta professionista, non puoi limitarti a sapere cucire o modificare un abito. Oltre a una qualifica professionale che attesti le tue conoscenze pratiche del mestiere, dovrai dimostrare di avere:

  • senso artistico e gusto estetico;
  • abilità comunicative e capacità di ascolto;
  • essere in grado di lavorare i team;
  • abilità organizzative e gestione del tempo;
  • essere attenta ai dettagli;
  • essere motivata e in grado di lavorare in autonomia.

Potrebbe interessarti anche: come diventare stilista di moda.

 

il mestiere del sarto al giorno d'oggi
Il mestiere del sarto al giorno d’oggi

L’evoluzione della figura della sarta nell’epoca digitale

 

La figura della sarta è diventata quindi molto di più del taglia e cuci. Quando parliamo della sarta oggi, facciamo riferimento a un mestiere artigianale divenuto molto più complesso e articolato rispetto al tempo in cui c’era la bottega di fiducia in ogni quartiere. Tutti questi fattori hanno fatto sì che questa figura oltre ad essere molto ricercata dalle aziende, sia anche molto difficile da trovare. Stando agli ultimi studi di settore quello della sarta è un lavoro alle prese con un vero ricambio generazionale. I giovani che puntano su questa strada non sono molti. Le sartorie che li cercano, invece, sono parecchie. Questo però non significa che non sia necessaria anche molta intraprendenza per avere successo! In tal senso il web si sta rivelando un ottimo mezzo per promuoversi come sarti professionisti e per vendere direttamente i propri lavori senza essere spazzati via dalle grandi multinazionali.

Il potenziale del web in questo campo è spiegato benissimo dalla ormai nota storia di Thomas Mahon, incredibile sarto inglese che però faticava a trovare i clienti per il suo atelier di Londra. Almeno fino a quando non incontrò un esperto di web che gli suggerì di aprire un suo blog in cui tenere una sorta di diario dove raccontava tutti i segreti del mestiere. Il blog, English Cut, oggi è molto famoso tra appassionati e addetti ai lavori. Proprio grazie alla fama conquistata in rete infatti, iniziarono ad arrivare al giovane sarto londinese richieste da tutto il mondo. Thomas Mahon è riuscito a sfruttare al meglio la comunicazione online per dare nuova vita al mestiere del sarto. Come sempre, la creatività e la competenza nel proprio settore si sono rivelate la ricetta giusta per trovare la via del successo.

A questo proposito scopri di più sulla nostra filosofia ready to work. 

 

Diventare sarta a 30 e 40 anni è possibile?

 

Un’altra evoluzione, in positivo, della professione del sarto è che oggi l’età non è più un ostacolo! Il mercato del lavoro ha vissuto una grande trasformazione negli ultimi anni, alcune delle quali hanno abbattuto la barriera dell’età per cominciare una nuova vita lavorativa. Oggi più che mai viviamo in un mondo dove chi vuole davvero può trasformare la passione in un lavoro appagante. Se sei appassionata di moda e cucito (e magari lo hai sempre e solo considerato un hobby) diventare sarta potrebbe rappresentare uno sbocco lavorativo di successo e incline con le tue abilità naturali. Inoltre, avere qualche anno in più spesso porta il vantaggio di trasmettere maggior senso di fiducia e sicurezza nei confronti dei clienti.

 

Insomma fare la sarta oggi significa abbracciare un’arte che ha il fascino del passato ma che va decisamente incontro alle esigenze del futuro. Per saperne di più sui nostri corsi di sartoria professionale leggi subito il nostro programma!