Cosa mettere nel curriculum? Consigli per trovare lavoro

cosa mettere nel curriculum

Scrivere un curriculum efficace, anche nell’epoca dei social, rimane un passaggio obbligatorio per trovare lavoro. Oltre alla creazione del profilo LinkedIn è fondamentale avere un curriculum in formato tradizionale da poter inviare vie email o da portare al momento del colloquio. Ma quali sono i passaggi per creare un CV efficace e di successo?

Cosa si intende per curriculum vitae tradizionale

Il curriculum è un documento ufficiale in cui si riassumono le proprie esperienze lavorative e formative, oltre alle competenze, capacità e lingue o programmi conosciuti.

Quasi sempre è accompagnato anche dalla lettera di presentazione. La lettera di presentazione oggi è diventata l’email a cui poi si allega il CV e serve sostanzialmente per introdursi e convincere il reclutatore ad aprire il tuo curriculum allegato.

Una volta che il reclutatore ha deciso di aprire il tuo curriculum, hai poco tempo per spiegargli in modo conciso cosa sai fare e perché dovrebbe sceglierti. Lo sai che il tempo investito a guardare un CV è tra i 5 e 7 secondi? Ecco perché è molto importante seguire dei concetti chiave quando si decide di scrivere un curriculum efficace.

Da leggere: come trovare lavoro nel campo della moda

Scrivere un curriculum efficace: le regole base

Per ottenere buoni risultati e aumentare le probabilità di trovare lavoro puoi seguire questi consigli dedicati a chi vuole creare un CV di successo, senza perdere tempo.

Dati anagrafici e immagine

Può sembrare scontato, ma come prima cosa scegli una bella fotografia professionale e aggiornata. La foto è il primo elemento che parla di te e dice chi sei senza tante parole.

Attenzione, perché questo è valido in Italia ma se decidi di mandare il tuo curriculum all’estero allora la foto potrebbe anche non essere necessaria in quanto ritenuta fonte di possibile discriminazione e il CV verrebbe scartato. Quindi il consiglio è quello di informarti su questa procedura. Subito dopo devi inserire i dati anagrafici:

  • Nome e cognome.
  • Età.
  • Indirizzo di residenza.
  • Domicilio.
  • Numero di telefono.
  • Email.
  • Sito web.
  • Blog.
  • LinkedIn.

A questo punto puoi passare a raccontare i tuoi studi e le esperienze professionali. Cosa mettere prima? Questo devi deciderlo tu: è la tua prima esperienza professionale?

Allora punterai prima sulla formazione e sugli studi. Se invece hai già diverse esperienze professionali o pensi che la tua esperienza lavorativa sia più rilevante dei tuoi studi, allora tratterai prima questo tema. Ecco come scrivere un curriculum efficace.

Studi e formazione

In questo parte del curriculum vanno elencati i tuoi studi e i tuoi corsi formativi in ordine cronologico. Puoi iniziare dal più recente e proseguire via via con quelli più vecchi.

Fino al massimo alla scuola superiore. Come scrivere un curriculum efficace? Ogni momento formativo dovrà essere introdotto dal titolo di studio e il relativo periodo di tempo. Poi dovrai illustrare in poche righe che cosa hai studiato e imparato in quella sede.

Se hai preso il massimo dei voti o particolari riconoscimenti allora puoi inserirli insieme al titolo di studio, altrimenti ti consigliamo di non dare questa informazione.

Esperienza professionale

Arriva il momento di elencare le tue esperienze lavorative, attuali e passate. La struttura è simile a quella riguardante la formazione, solo che questa volta le informazioni saranno il nome dell’azienda, il ruolo ricoperto e il periodo di tempo. Anche qui poi dovrai spiegare in poche righe le mansioni che hai svolto e il settore di riferimento, oltre a eventuali obiettivi.

Capacità, competenze e lingue

In questa sezione dovrai inserire prima di tutto le lingue che hai studiato e il livello che hai di quella determinata lingua parlata e scritta. Eventuali programmi, software o strumenti che sai utilizzare e le competenze acquisite durante le tue esperienze precedenti (Es: lavorare in team, predisposizione all’organizzazione del lavoro).

Hobby e interessi

Non sottovalutare quest’ultima sezione, in quanto puoi utilizzarla per dire qualcosa in più su di te che esula dal lavoro o degli studi che hai intrapreso. Come scrivere un curriculum efficace? Puoi indicare i tuoi interessi (ad esempio il cinema o la cucina) e le tue passioni.

Per approfondire: gli spazi di coworking interessanti

Linea guida per un curriculum personalizzato

Il curriculum in formato europeo è forse quello più conosciuto al momento. Effettivamente è stato utilizzato come template predefinito per molto tempo.

Oggi però non è il formato adatto per presentare un curriculum di tutto rispetto. Ciò che viene premiato infatti è la personalizzazione del curriculum e la sintesi.

Caratteristiche di un curriculum di successo

Il curriculum ideale non dovrebbe essere più lungo di due pagine (ricorda la storia dei 5 secondi?): sta a te quindi saper sintetizzare le esperienze significative ed esporle in modo da riuscire a colpire il selezionatore e a farti scegliere. Come scrivere un curriculum efficace? Uno dei formati che oggi vanno per la maggiore sono i resume all’inglese.

Le informazioni da inserire sono quelle che abbiamo descritto, ma seguendo un template meno vincolante: non ci sono tabelle o ordini da rispettare e puoi inserire anche elementi grafici. Ecco un esempio di curriculum in formato resume personalizzato.

 

scrivere un curriculum efficace
Come scrivere un curriculum efficace.

Se sei un grafico, o lavori nel mondo della moda, oltre al curriculum dovrai allegare anche il tuo portfolio. Se vuoi approfondire come fare un portfolio puoi leggere il nostro articolo dedicato ai MakeUp Artist che vogliono creare un portfolio di successo.

Se vuoi arricchire il tuo CV con dei corsi formativi professionali puoi scegliere tra i corsi di formazione che attiviamo ogni anno nei settori più richiesti dal mondo del lavoro.