Come diventare un arredatore? Segui la tua passione!

L’arredamento è la tua passione e ti stai chiedendo come diventare un arredatore? Questa allora è la guida che fa per te. Scopri le abilità e le conoscenze che ti serviranno per coronare il tuo sogno di diventare arredatore d’interni.

Essere un arredatore richiede il sapersi districare un po’ in tutto: dal saper fare uno schizzo veloce sul primo foglio che trovi a portata di mano, al saper presentare un design impeccabile degno di una galleria d’arte. Ma non finisce qui, bisogna saper organizzare gli spazi e gestire il budget, lo staff ma sopratutto i clienti.
Detto così forse non sembra il massimo, ma l’altra faccia della medaglia è che si tratta di un lavoro che permette di esprimere al massimo la tua creatività e ti permetterà di conoscere persone e luoghi di ogni tipo.

bedroom-1078890_960_720

Cosa fa un arredatore?

Spesso si pensa che un arredatore si occupi solo di spazi abitativi, ma in realtà questo tipo di figura professionale si prende cura anche di spazi meno intimi quali possono essere un ufficio, un centro commerciale o un ristorante, dove però il giusto design può aumentare le vendite o la produttività, far sentire il cliente a proprio agio o invitarlo ad entrare.

La missione di un arredatore è armonizzare luci, colori, materiali e il mobilio in modo che rispecchino le necessità ed i desideri di chi abiterà lo spazio. 

Il compito di un interior designer non è solo quello di rendere l’ambiente più bello, ma anche di migliorarne la funzionalità ed in alcuni casi la sicurezza.

Deve essere in grado di leggere un progetto, adeguare lo spazio in modo che rispetti le norme di sicurezza e non crei barriere architettoniche, collaborando gomito a gomito con architetti, elettricisti e costruttori. Sebbene l’ambiente cambi, il processo che porta alla realizzazione di un progetto è simile.

bedroom-1078887_960_720

Nella fase iniziale ci si interfaccia con il cliente e si conosce l’ambiente in modo da farsi un idea dei desideri e delle necessità, ma sopratutto delle possibilità che la struttura ed il budget consentono.

Solo dopo avere tutte le informazioni necessarie sarà possibile formulare un piano di progetto in cui quantificare i costi, i materiali ed i componenti d’arredo necessari al completamento del progetto. L’ultimo passo sarà redigere una tabella di marcia in cui coordinare il lavoro dei vari componenti del team ed assicurarsi che vengano rispettati i tempi di consegna.

La formazione necessaria per diventare un arredatore

Un corso di formazione in arredamento di interni, presso un’accademia qualificata, è un ottimo inizio per gettare le fondamenta per la tua carriera. È solo ricevendo una formazione adeguata ed unendola alla tua passione e al talento per l’arredo, che potrai inserirti con successo nel mondo del lavoro.

Il programma di ogni accademia può variare, ma ci sono delle conoscenze fondamentali che vanno acquisite per integrare l’ambiente con l’arredo. Ecco alcuni esempi:

La storia degli stili di arredo e di design

Innovare non sempre significa stravolgere o creare qualcosa dal nulla, ma spesso coincide con il dare nuova vita agli stili e alle filosofie di design e arredo che hanno avuto maggiore impatto ed hanno ispirato gli stili moderni.

La teoria dei colori

Il mondo è a colori, ogni arredatore che si rispetti deve conoscere il colore in ogni suo aspetto, come i colori interagiscono tra loro e di conseguenza come creare l’armonia, ma sopratutto come questi influenzano lo spazio abitativo ed i suoi occupanti.

macbook-690276_960_720

Illuminazione

Non è importante solo conoscere come i colori agiscono su un ambiente e sulle persone che lo abitano. Anche l’illuminazione ha un impatto enorme sull’ambiente. Infatti, anche l’ambiente più rifinito e curato, con la luce sbagliata perderà gran parte del suo fascino.

Impiantistica

Il compito di un arredatore non è solo armonizzare gli elementi d’arredo con il l’ambiente, ma è anche occuparsi degli impianti e del loro impatto visivo e funzionale sullo spazio abitativo, oltre che delle normative di sicurezza.

Una buona scuola, oltre ad essere necessaria grazie alle competenze che permette di acquisire, ha un ulteriore vantaggio, è il modo migliore per effettuare la transizione dall’aula all’ambiente di lavoro vero e proprio, mettendo in contatto i suoi alunni con le aziende alla ricerca di apprendisti da formare ed inserire nel proprio organico.

pots-716579_960_720

I progetti che vengono svolti durante il periodo del corso non andrebbero mai trascurati. È fondamentale anzi curarli con il massimo riguardo poiché se ben strutturati saranno una componente essenziale del proprio portfolio. Ogni progetto assegnato durante il corso non va visto solo come un momento di pratica, ma come un’opportunità di mostrare la propria creatività e di cosa si è capaci. Ora sai tutto quello che ti serve per cominciare il tuo percorso verso la realizzazione del tuo sogno di diventare un arredatore d’interni. Con la giusta formazione e le giuste esperienze il successo è assicurato! 

Area Domani non si impegna solo nella formazione di menti pronte al lavoro ma riesce anche ad ottenere stage di qualità con aziende leader nel settore dell’arredamento per mettere in pratica tutto quello che il corso di interior art ti ha insegnato. Anche quest’anno, infatti, le richieste per i nostri allievi sono arrivate. Chissà che non sia proprio tu il prossimo!

Se il tuo sogno è quello di diventare un interior designer, dai uno sguardo al nostri Corsi in Arredamento d’Interno cliccando qui.