Diventare una modella: 5 italiane a cui ispirarsi

diventare-una-modella

Diventare una modella non è semplice, ma nemmeno impossibile. Ecco cinque modelle italiane a cui ispirarsi.

Per diventare una vera modella non è necessario avere un viso perfetto: spesso accade che particolarità e difetti siano le determinanti del successo di una modella rispetto ad un’altra. Per quanto ad alcuni possa sembrare strano, il mondo della moda non ama particolarmente il concetto di perfezione ma preferisce il fascino emanato da un’immagine particolare, ricca di dettagli inaspettati, tutti da scoprire e interpretare attraverso il trucco, gli abiti e la fotografia. Soprattutto negli ultimi anni, sono emerse modelle che, grazie ad un aspetto non convenzionale e ad una personalità particolarmente brillante, sono riuscite a spiccare e a catturare l’attenzione del pubblico e degli stilisti.

Se il tuo sogno è diventare una modella e stai cercando alcune figure a cui ispirarti, oggi ti presentiamo 5 modelle italiane da cui trarre esempio per iniziare al meglio e con lo spirito giusto la tua carriera nel mondo della moda.

Mariacarla Boscono

Mariacarla Boscono è una supermodella italiana di 35 anni. Ha lavorato per le più famose maison di moda, è apparsa su numerose copertine ed è stata fotografata per più edizioni del calendario Pirelli. La sua lunga carriera da modella inizia all’età di 17 anni in agenzia, con un contratto che la porterà a debuttare sulle passerelle come indossatrice e a guadagnare una fama internazionale che dura fino ad oggi.

1

“Già, io con la mia bellezza da racchiona, lo so. Ho fatto pace con me stessa molto tempo fa, quando ho smesso di torturarmi pensando a quello che volevo essere e non ero. E questo grazie alle persone che si sono innamorate della mia unicità. Che mi dicevano che ero bella perché ero io e così e allora non ho più voluto essere diversa. Il mio essere bella e unica. Credo che il mio successo sia merito di questa sicurezza.” (Mariacarla Boscono, intervista per Corriere.it)
Il successo di Mariacarla risiede proprio nel suo aspetto particolare e nella forza con cui ha imparato ad accettarsi e amarsi, pur lavorando in un mondo difficile. Il suo fascino ammalia e colpisce, i suoi tratti particolari e inusuali la rendono una donna bellissima ed indimenticabile nonché una grandissima professionista.

Bianca Balti

Bianca Balti, dopo aver ottenuto il diploma di maturità classica, inizia la sua carriera di modella a tempo pieno, lavorando per aziende come Dolce & Gabbana, Rolex, Revlon e Armani Jeans. Appare sulle copertine di diverse riviste di moda e posa per un catalogo Victoria’s Secret, diventando la prima ed unica modella italiana a partecipare al Victoria’s Secret Fashion Show.

2
Bianca è una donna dai tratti angelici e dal carattere davvero forte e indipendente. Da ragazzina punk e ribelle, si è trasformata in una modella di grandissima fama, con un successo che l’ha portata a sfilare con estrema grazia e femminilità sulle passerelle più prestigiose.
“Sono stata fortunata. Facevo la hostess ai congressi. Nonostante i piercing e i capelli rasati e tinti di un colore assurdo, mi ha notato quello che è ancora il mio agente: ho fatto un book e quasi subito sono arrivati i primi lavori importanti.”

Eva Riccobono

Eva Riccobono, insieme a Mariacarla Boscono e Bianca Balti, forma la triade delle supermodelle italiane di nuova generazione meglio pagate e più conosciute in ambito internazionale.
Nasce a Palermo nel 1983 e dopo essersi trasferita a Milano, all’età di 19 anni, inizia la sua carriera diventando presto una delle modelle preferite da stilisti quali Giorgio Armani, Chanel, Ferrè e Valentino, che la porteranno a sfilare nelle più grandi capitali della moda. Il World & Pleasure International Magazine l’ha scelta come icona di eleganza nominandola come “donna più bella del mondo”. Il suo fascino l’ha avvicinata anche al mondo del cinema in cui Eva ha debuttato nell’anno 2008 per il film “Grande, grosso e… Verdone” del regista Carlo Verdone, dimostrando un altro lato del suo incredibile talento artistico.

3

Ma la sua carriera di attrice non finisce qui: dopo aver recitato in molte altre produzioni, nei mesi di agosto e settembre 2013 è stata madrina della 70ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e nel 2015 è entrata nei cast di altre commedie italiane.
“Si possono seguire con la stessa serietà e professionalità più campi e avere una visione più ampia della vita. Spesso mi chiedono: cosa sei? Eva Riccobono! E basta.”

Vittoria Ceretti

La giovanissima Vittoria Ceretti ha solamente 17 anni ma è già una modella professionista. Nel mese di settembre 2015 è entrata a far parte delle TOP 50 su models.com, portale online di modelle. Vittoria inizia la sua carriera grazie alla partecipazione al concorso Elite Model Look 2012 e sbarca nel mondo della moda con un editoriale per Missoni. Nel 2014 diventa testimonial per Dolce&Gabbana e volto per la campagna autunno/inverno di Giorgio Armani.

4
Vittoria, oltre al suo fascino e alla sua indiscutibile bellezza naturale, ha sicuramente ulteriori carte da giocare. Se volete seguirla potete farlo sul suo profilo Instagram @vittoriacerretti.
“Ho cominciato per scherzo perché tutti me lo dicevano. Ad una modella, oltre alla bellezza, serve essere forte. Ci sono tante cose difficili da superare.”

Chiara Baschetti

Anche Chiara Baschetti inizia a lavorare come modella dopo aver vinto il concorso Elite Model Look nel 2003, debutta infatti sulle passerelle di Armani, Gaultier, La Perla e Fendi. Chiara, italiana doc, nata a Cesena nel 1987, è una talentuosa modella che, oltre all’incredibile somiglianza con la top model Cindy Crawford, è riuscita a conquistare il mondo della moda e il pubblico grazie alla sua simpatia e al suo carattere solare e sempre disponibile. Anche Chiara Baschetti, come Eva Riccobono, ha debuttato sul grande schermo nell’anno 2015 con il film “Ma che bella sorpresa” di Alessandro Genovesi, recitando accanto all’attore e comico Claudio Bisio.

Chiara Baschetti for Lauren By Ralph Lauren Lookbook (Spring 2012) photo shoot
“Ho abbandonato le passerelle a malincuore prima che fosse troppo tardi, nel senso che le taglie delle sfilate, stagione dopo stagione, diventano sempre più piccole e siccome da buona romagnola mi piace mangiare, mi sono ritirata. Non volevo sottopormi a diete drastiche, così mi sono dedicata soprattutto alla fotografia, giornali, cataloghi, riviste, pubblicità”. (Chiara Baschetti, intervista per ilrestodelcarlino.it)

Se ami la moda e sogni di lavorare in questo settore, abbiamo quello che fa per te. Clicca qui per scoprirne di più.