Come scegliere i colori per il tuo brand

Come scegliere i colori per il tuo brand

La riconoscibilità di un brand passa anche attraverso i colori scelti. Scopriamo insieme come scegliere quello giusto per la tua azienda.

 

Capaci di suscitare emozioni, ricordi e associazioni in pochissimi istanti, i colori, con il loro potere evocativo così immediato, sono una grande opportunità per i brand che sanno utilizzarli con consapevolezza.

La componente visual di un brand è una parte essenziale della sua identità e del modo in cui la comunica: curarla con strategia e con grande attenzione, perciò, è di fondamentale importanza per la sua reputazione. Questo, in particolare, per due motivi: per le associazioni che il visual riesce a stimolare e per il ricordo di  che il brand è capace di instillare nei suoi clienti o potenziali tali grazie agli elementi della sua visual identity, tra i quali il logo assume un ruolo di primo piano con le sue forme, i suoi simboli e i suoi colori.

Se pensi che uno studio condotto dalla University of Loyola racconta che i colori incrementano la brand recognition fino all’80%, puoi renderti conto di quanto il colore sia un pregiato asso nella manica che i brand devono sfruttare a proprio vantaggio. I colori hanno la capacità di comunicare un messaggio con rapidità ed immediatezza, ricordano ed emozionano, agiscono sull’impressione iniziale che i consumatori hanno di un brand.

[Tweet “I colori sono per i #brand un pregiato asso nella manica.”]

La funzione dei colori è sia emozionale sia pratica. Da un punto di vista emozionale, i colori influenzano i sentimenti dei consumatori, mentre ad un livello pratico aiutano i brand ad emergere e a distinguersi nella folla. In particolare, ai colori appartengono questi preziosi compiti:

  • comunicare la brand identity;
  • esprimere la personalità del brand;
  • rendere il brand immediatamente distinguibile;
  • facilitare il riconoscimento del brand;
  • stimolare il ricordo del brand;
  • coinvolgere emozionalmente i suoi clienti.

Quali fattori influenzano la scelta del colore?

Come scegliere i colori per il tuo brand

I colori sono un elemento distintivo imprescindibile per un brand e saper scegliere quello giusto è una decisione di importanza essenziale per veicolare esattamente il messaggio che si intende trasmettere, comunicare promesse, sogni e desideri.

Sono diveri i fattori che influenzano la scelta del colore da parte di un brand:

  1. la cultura a cui appartiene il suo pubblico di riferimento. Pensa, ad esempio, al colore bianco: nei paesi occidentali è simbolo di purezza e spiritualità, è il colore della nascita e del matrimonio, mentre in Cina è il colore della morte e del lutto;
  2. la coerenza con l’identità e con la personalità del brand;
  3. l’adeguatezza del colore percepito rispetto al brand e ai prodotti o servizi che offre;
  4. gli accostamenti cromatici e il numero di colori coinvolti. I colori che scegli per rappresentare il tuo brand, infatti, non devono mai essere discordanti (prediligi i colori analoghi o quelli contrastanti, che puoi facilmente individuare grazie a questo tool, Color Scheme Designer) e non devono neppure essere troppi, perché potrebbero creare confusione;
  5. la psicologia del colore, aspetto che richiede di essere approfondito.

Cultura, coerenza, adeguatezza, accostamenti e significati sono i fattori che influenza la scelta del colore.

La psicologia del colore

Come scegliere i colori per il tuo brand

Ogni colore trasmette un messaggio ben preciso, suscita un’emozione e comunica una sensazione. Scopriamo insieme i significati dei colori principali.

#1. Il verde

E’ il colore del benessere, della crescita, dell’ottimismo e della vitalità. E’ particolarmente indicato per i settori della salute, della cura di sé e dell’ambiente da un lato, della finanza e della ricchezza dall’altro lato.

#2. Il rosso

E’ il colore della passione, dell’amore, del fuoco ed anche del pericolo. E’ il colore dell’energia e dell’impulso e simboleggia la forza. Per via dei suoi numerosi significati, il rosso è particolarmente adatto ai brand che amano il rischio.

#3. Il blu

Comunica calma, armonia, affidabilità, serietà ed anche autorità. E’ il colore del successo e, tra tutti, è quello più professionale.

#4. L’arancione

L’arancione è il colore della creatività e dell’ottimo ed è associato al divertimento e alla vivacità, per questo è preferito dai brand giovani ed energici, che vogliono essere una voce fuori dal coro ed è sconsigliato per i brand tradizionali o posizionati nel settore del lusso.

#5. Il giallo

Il colore dell’ottimismo e della felicità, comunica gioia, energia, vivacità e cordialità. E’ il colore che incuriosisce e stimola all’azione ma che può anche stancare l’occhio.

#6. Il rosa

E’ il colore femminile per eccellenza. A seconda della sua intensità può comunicare calma e relax oppure energia e vitalità.

#7. Il bianco

Il colore della purezza e dell’innocenza, della semplicità e del minimalismo. E’ il colore della contemporaneità.

#8. Il nero

E’ un colore audace. Da un lato trasmette un messaggio di raffinatezza, di lusso, di esclusività e di modernità, dall’altro lato può anche evocare sentimenti negativi di morte, lutto, perdita e mancanza.

#9. Il marrone

E’ un colore forte e sicuro. E’ il colore della terra, per questo evoca sensazioni di stabilità, di ordine e di tranquillità.

#10. Il viola

Il viola è un colore elegante ed è associato al lusso e alla ricchezza. E’ preferito dalle donne più che dagli uomini.

Secondo te, quali considerazioni sono fondamentali nella scelta dei colori di un brand? Ti aspettiamo nei commenti!


Se sogni di diventare un Graphic Designer, abbiamo il corso che fa per te. Clicca qui per scoprirne di più.

  • Altra considerazione fondamentale è “l’area di opportunità” all’interno dello spettro cromatico rispetto ai colori scelti dai competitor, che vanno ad affollare altre aree. Una scelta del colore quindi meno dettata da psicologie e significati, ma più per differenziarsi dalla concorrenza.